Verrà preso in considerazione il divieto di pubblicità per i prodotti del settore delle sigarette elettroniche dal governo Scozzese nei prossimi mesi.

Un divieto sulla pubblicità per le sigarette elettroniche e i prodotti correlati al settore , viene preso in considerazione dai ministri, che si riuniranno nei prossimi mesi per avviare una consultazione in merito.

A confermarlo è stato il primo ministro Nicola Sturgeon che ha evidenziato come se le prove a sostegno delle malattie polmonari che si sono evolute a dismisura negli States dovrebbero arrivare con certezza in Europa la Scozia non esiterebbe ad agire.

La Scozia ha sempre visto il vaping come un'alternativa al fumo che può aiutare a smettere ma la sicurezza - commenta il primo Ministro - non è del tutto nota anche a fronte dei casi delle ultime settimane e sono stati monitorati tutti casi evidenziati dal CDC americano anche se non Europa non sono ancora stati segnalati decessi per colpa delle sigarette elettroniche. 

"Il nostro approccio è precauzionale, motivo per cui in Scozia abbiamo già adottato il più rigoroso approccio normativo europeo per questi prodotti, la direttiva europea sui prodotti del tabacco limita la pubblicità delle sigarette elettroniche e garantisce che i liquidi elettronici non possano contenere ingredienti noti per essere dannosi. La direttiva limita anche la concentrazione di nicotina negli e-liquid ed in Scozia, abbiamo anche introdotto un registro al dettaglio e uno schema obbligatorio di verifica dell'età e abbiamo finanziato i dipartimenti degli standard commerciali in tutte le aree del consiglio per garantire che i rivenditori rispettino le normative."

"Nei prossimi mesi ci consulteremo sull'introduzione di un divieto completo di pubblicità e promozione ma è importante sottolineare, e per tutti noi ricordare, che tali dispositivi sono relativamente nuovi e, pertanto, il loro impatto sulla salute deve essere studiato. Non sappiamo ancora a fondo quale sia tale impatto, motivo per cui il l'approccio che abbiamo adottato è stato molto cauto. Questo è forse un motivo per cui l'uso della sigaretta elettronica rimane relativamente basso in Scozia. Rimaniamo impegnati ad adottare tutte le misure necessarie per garantire che le persone siano protette da potenziali danni."

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.