Approccio ragionevole in Utah, negli Stati Uniti, dove vengono vietate le vendite di liquidi per sigarette elettroniche al THC solo in negozi non specializzati e non autorizzati.

Con l'aumento del numero malattie polmonari sul territorio statunitense e più di 12 decessi dovuti all'utilizzo di liquidi al THC alterati, lo stato dello Utah ha recentemente annunciato l'introduzione di una "regola di emergenza" che proibisce la vendita di prodotti aromatizzati nei negozi non specializzati. Tale regola richiederà inoltre a tutti i negozi di vaporizzatori di pubblicare annunci sulle vetrine che indichino che le ricariche per sigarette elettroniche acquistate senza regolamentazione (illegali o illegalmente) possono portare a pericoli per salute dell'utilizzatore.

La nuova regole entrerà in vigore il 21 ottobre 2019 e vieterà ai dispensari, tabaccherie e negozi non specializzati di vendere liquidi aromatizzati per sigarette elettroniche ed imporrà a tutti i negozi specializzati di esporre le avvertenze sui pericoli dell'acquisto illegale di liquidi da inalazione al THC.

Questa misura, adottata in quanto i casi nello stato sono aumentati nelle ultime settimane, sembra essere la più intelligente e la più moderata rispetto a quella del divieto totale intrapresa da altri stati americani. Il ministero della salute locale non ha attuato subito il divieto in quanto ha annunciato che "sta lavorando con i rivenditori per aiutarli a conformarsi alla misura di prevenzione".

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.