Raja Krishnamoorthi, membro del congresso dall'Illinois, ha presentato un disegno di legge che limiterebbe la nicotina a 20mg/ml nelle sigarette elettroniche. "L'errore è concentrarsi sugli aromi è la nicotina che crea dipendenza".

A quanto riporta il Dailymail un membro del Congresso americano Raja Krishnamoorthi (Illinois) ha presentato, lunedì, un disegno di legge che limiterebbe le pod (o ricariche) a 20mg/ml di nicotina.

Il disegno di legge è l "END ENDS Act", che sta per "End Nicotine Dependence from Electronic Nicotine Delivery Systems Act" e dovrebbe consentire alla FDA, secondo Krishnamoorthi, di ridurre ulteriormente il limite di nicotina presente nei liquidi da inalazione per sigarette elettroniche rendendole più sicure.

Prendendo spunto dal Regno Unito e dall'Europa lo stesso Krishnamoorthi spiega come l'approccio diverso di molti Stati americani è stato sbagliato in quanto si ci si è concentrati sugli aromi piuttosto che sul contenuto di nicotina.

"Come genitore preoccupato, mi impegno a prevenire una nuova generazione di dipendenza dalla nicotina. Limitare la concentrazione di nicotina nelle sigarette elettroniche è fondamentale per porre fine all'epidemia di svapo giovanile rendendo questi prodotti meno avvincenti, meno attraenti per i giovani e meno dannosi per la salute pubblica."

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.