Risposta immediata della neonata associazione ETHRA (associazione a difesa dei consumatori di sigarette elettroniche, snus e riscaldatori di tabacco) sul possibile divieto nei Paesi bassi per le sigarette elettroniche.

La nuova associazione ETHRA (European Tobacco Harm Reduction Advocates) ha commentato (in un comunicato) riguardo al possibile divieto richiesto da Leon van den Toorn, presidente dell'Associazione dei medici per le malattie polmonari e tubercolosi (NVALT):

“L'organizzazione dei consumatori e il nostro partner ACVODA accolgono la scelta dell'onorevole Blokhuis di indagare prima di pronunciarsi sulla questione, ma insistiamo sul fatto che tutte le parti interessate dovrebbero essere consultate prima che il governo intraprenda divieti legislativi che potrebbero avere un impatto devastante sulla salute dei fumatori e degli ex fumatori olandesi ed i consumatori dovrebbero essere al centro di questo dibattito . "

"Non c'è assolutamente alcuna giustificazione nel vietare tutte le sigarette elettroniche nei Paesi Bassi" - afferma Hans Molenaar di ACVODA - "Van den Toorn basa il suo caso su diapositive unilaterali e selettive presentate in una conferenza a Madrid la scorsa settimana da persone ideologicamente contrarie a qualsiasi alternativa di riduzione del danno e ha scontato le opportunità di salute ampiamente riportate che i prodotti a rischio ridotto possono offrire. "

"Paul Blokhuis afferma giustamente che i prodotti di svapo sono ammessi e rigorosamente regolati dalla Direttiva UE sui prodotti del tabacco, quindi un divieto completo è fuori discussione. Se vuole indagare diligentemente, sulla questione a beneficio di tutti i cittadini dei Paesi Bassi, è indispensabile incontrare i rappresentanti dei consumatori per ascoltare li numerosi successi di cessazione con le sigarette elettroniche. Certamente dovrebbe vedere, che proporre un divieto su prodotti più sicuri alla nicotina, che hanno aiutato decine di migliaia (centinaia, milioni?) di olandesi a smettere di fumare mentre il sistema di consegna più pericoloso - le sigarette - è libero di essere venduto in tutto il paese è follia. Parlare solo con interessi acquisiti ed escludere il pubblico dalla conversazione non è l'azione di un orgoglioso Stato membro democratico dell'UE. "

ACVODA (partner di ETHRA per i Paesi Bassi) è felice di incontrare il Segretario Blokhuis in qualsiasi momento, crediamo che sia indispensabile che lo faccia. È importante che una politica drastica per vietare tutti i prodotti a vapore includa input da tutte le parti interessate, in particolare i consumatori le cui vite saranno pesantemente colpite da questa sconsiderata minaccia. Recensioni di prove pubblicate da rispettati organismi sanitari europei sostengono i numerosi benefici dei prodotti a rischio ridotto e c'è un vero pericolo per la salute pubblica olandese se la voce del consumatore non viene rispettata.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.