10 persone arrestate, 600 sigarette elettroniche infine 5000 flaconi di liquido da inalazione è il report della Consumer Protection Agency thailandese alla fine di una maxi operazione contro la vendita illegale.

Le autorità thailandesi, a fine settembre, nell'ambito di una operazione contro il commercio illegale di prodotti inerenti al vaping hanno tratto in arresto 10 persone per possesso di 600 sigarette elettroniche e 5000 liquida da inalazione che venivano venduti illegalmente. 

La Consumer Protection Agency hanno ha fatto irruzione in diversi negozi di sigarette elettroniche scoprendo che molte vendite venivano effettuate in maniera non del tutto legale.

Tutto questo non fa che rafforzare l'idea thailandese che le sigarette elettroniche non siano totalmente innocue colpa della loro "presunta" conseguenza per la salute e complici anche i casi di malattie polmonari in america. Non è la prima e non sarà neanche l'ultima operazione di controllo questa di settembre in quanto basti ricordare come quella di febbraio 2019 ha portato al sequestro di 81 dispositivi, 1.127 flaconi per sigaretta elettronica ed altri oggetti illegali con l'arresto di ben 18 persone proprietari di 21 negozi di ecig nel paese.

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.