Il divieto di 4 mesi per le sigarette elettroniche rimane se lo Stato del Massachusetts adempirà le procedure adeguate per approvare una norma d'emergenza. Lo decide il giudice Douglas Wilkins.

Il governatore del Massachusetts "Charlie Baker" aveva annunciato l'applicazione del divieto temporaneo sulla vendita di tutti i prodotti relativi al settore delle sigarette elettroniche nell'ambito di una emergenza di sanità pubblica con effetto sino al 25 Gennaio 2020 (4 mesi). La VTA (Vapor Technology Association), che ha già bloccato il divieto a New York, sembra non avercela fatta questa volta ad evitare anche questo divieto. Attualmente in Oregon, in Montana, in Michigan (anche se si attende la sentenza della corte su richiesta del governatore) e come detto a New York, i divieti sono stati revocati mentre rimangono attivi a Rhode Island, in UtahLos Angeles e Washington.

La decisione di 32 pagine del giudice della corte superiore della contea di Suffolk, Douglas Wilkins, afferma che il divieto può rimanere in vigore se lo stato segue le procedure adeguate per approvare una norma di emergenza. Ciò significa che il governatore dovrà tenere un'audizione pubblica questa settimana e seguire le altre procedure richieste o il divieto terminerà il prossimo lunedì.

Il giudice ammette che sarà estremamente difficile indire una audizione in così poco tempo affermando inoltre che tale divieto sarebbe, d'altro canto, necessario per bloccare ed evitare altre malattie polmonari legate al vaping legate alla vaporizzazione di olio di THC e non di liquidi alla nicotina.

"Con la sentenza odierna, il divieto rimane in vigore", ha detto alla CBS Boston il direttore delle comunicazioni del governatore "Baker Lizzy Guyton". "L'amministrazione sostiene che l'ordine è stato correttamente emesso in base ai poteri di emergenza del Commissario e collaborerà con l'ufficio del procuratore generale per i prossimi passi."

Sia i divieti dell'Oregon che quelli del Massachusetts includevano prodotti contenenti nicotina e THC, a differenza di altri stati, che proibivano solo prodotti aromatizzati alla nicotina. Il divieto dell'Oregon riguardava solo i prodotti aromatizzati (e quelli con additivi), ma il divieto del Massachusetts includeva tutti i prodotti, inclusi liquidi elettronici e hardware.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.