"Molte contee stanno attualmente prendendo in considerazione ulteriori regolamenti sulle sigarette elettroniche e così dovrebbe essere l'UE" commenta Eeva Ollila della Cancer Society of Finland di Helsinki.

In un articolo di Eeva Ollila, della Cancer Society of Finland di Helsinki, sugli ostacoli alla messa in atto del divieto relativo agli aromi di sigarette elettroniche e al marketing in Finlandia, viene descritto il mercato delle sigarette elettroniche, la sua regolamentazione e le sfide che devono affrontare l'applicazione delle normative nello Stato.

Nel suo articolo, Ollila, si rallegra del fatto che la Finlandia non sostenga la riduzione del danno da tabacco:

“L'obiettivo della politica finlandese è porre fine all'uso di tabacco e altri prodotti contenenti nicotina 2030. A tal fine, la regolamentazione delle sigarette elettroniche (sigarette elettroniche) in Finlandia è più rigorosa di quella degli altri paesi dell'Unione europea (UE), compreso il divieto di miscelare gli aromi nei liquidi per sigarette elettroniche e di commercializzare sigarette elettroniche “.

"Le prove crescenti suggeriscono che regolare le aromatizzazioni nelle sigarette elettroniche per proteggere i giovani è saggio, sebbene non facile", aggiunge. "Molte contee stanno attualmente prendendo in considerazione ulteriori regolamenti sulle sigarette elettroniche e così dovrebbe essere l'UE".

L'accesso alle sigarette elettroniche è limitato, poiché solo il 5% dei rivenditori di tabacco o prodotti a base di nicotina ha una licenza per la vendita al dettaglio di liquidi alla nicotina. Secondo il database Database di confronto internazionale la Finlandia ha delle restrizioni particolari sulle sigarette elettroniche:

  • Autorizzazione a possedere una sigaretta elettronica: Sì 
  • Presenza di negozi sul posto: sì
  • Restrizioni: I liquidi non devono contenere determinati additivi e aromi (i fruttati e cremosi sono vietati). La pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione (anche al punto di vendita) sono proibite, così come l'esposizione al punto di vendita. L'uso è proibito nei luoghi in cui è vietato fumare, compresi i veicoli in cui è presente una minore di età inferiore ai 15 anni. Una tassa è applicata anche agli e-liquidi.

I liquidi contenenti aromi ma senza nicotina sono comunemente venduti da negozi specializzati di sigarette elettroniche e siti Web come prodotti alimentari. Un'efficace regolamentazione è ostacolata dall'enorme numero e varietà di prodotti notificati per un potenziale accesso al mercato.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.