Età di acquisto a 21 anni, tutela dei lavoratori e confronto con i rappresentanti dell'industria americana delle sigarette elettroniche; è quello che comunica il Presidente degli Stati Uniti "Donald Trump".

Finora l'amministrazione non ha rilasciato molti dettagli su ciò che intende fare, ma il presidente ha menzionato in modo specifico, durante una intervista, all'aumento dell'età legale per l'acquisto da 18 a “21 o giù di lì” come soluzione al problema "teeneger svapo".

 "Stiamo parlando dell'età, stiamo parlando di aromi, stiamo anche parlando di mantenere i posti di lavoro - ci sono alcuni aspetti ottimi per dialogare".

Venerdì, un consulente politico della Casa Bianca, Joe Grogan, ha dichiarato che l'amministrazione vede le sigarette elettroniche come "una valida alternativa" al fumo e il giusto equilibrio non sarà difficile da trovare sopratutto per la protezione dei ragazzi e la possibilità di scelta degli adulti.

“Incontrerò i rappresentanti dell’industria delle sigarette elettroniche, insieme ai professionisti sanitari e i rappresentanti dei singoli Stati per trovare una soluzione accettabile al problema delle sigarette elettroniche”. - dice in un tweet il Presidente degli Stati Uniti.

Da quando è stata espressa l'intenzione di vietare tutti le aromatizzazione tranne quelli al tabacco nei liquidi da inalazione la misura è stata rivista più e più volte in vista delle presidenziali del 2020 che potrebbero costare, a fronte di un divieto, la rielezione dello sesso Presidente.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.