Donald Trump fa marcia indietro sul divieto relativo alle aromatizzazioni dei liquidi per sigarette elettroniche complice la preoccupazione per le future presidenziali.

Il divieto prima annunciato, complice la first lady Melania, poi rettificato ed infine eliminato. Il divieto per le aromatizzazioni dei liquidi per sigarette elettroniche non ci sarà. 

Secondo quanto riporta il Washington Post, Trump (in foto) avrebbe deciso di non imporre il divieto temendo la perdita di posti di lavoro e la rabbia degli amanti delle sigarette elettroniche. Due fattori che avrebbero potuto tradursi in meno voti e quindi nel mettere a rischio le sue chance di rielezione.

A spaventare il presidente è stata, secondo indiscrezioni, non è stata solo la campagna avviata online a sostegno delle sigarette elettroniche, senza le quali i fumatori sarebbero tornati alle sigarette tradizionali, migliaia di negozi sarebbero stati chiusi e di conseguenza migliaia di posti di lavoro persi, ma anche l'evento Vape Rally svoltosi proprio davanti alla Casa bianca la settimana scorsa.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.