New York è diventata la prima grande città degli Stati Uniti a vietare tutti i prodotti aromatizzati per sigarette elettroniche escluso il tabacco. 

"Cerchiamo di essere chiari: circa il 3% degli adulti svapano, per i liceali la percentuale è circa il 25%. Questo è principalmente un fenomeno per i giovani", ha dichiarato il consigliere Mark Levine all'apertura della seduta del Consiglio di New York, "Sappiamo che sono gli aromi che li stanno agganciando, che si tratti di sapori fruttati, di menta, caramelle, dal suono dolce. Quindi il nostro divieto eliminerebbe quella minaccia."

Con un voto di 42-2 il Consiglio della città di New York ha approvato la nuova regolamentazione, che entrerà in vigore a luglio 2020, per il settore delle sigarette elettroniche che limita la vendita di sigarette elettroniche aromatizzate e di liquidi elettronici aromatizzati esclusi quelli contenenti l'aroma tabacco trovando approvazione e sostegno anche dal sindaco Bill de Blasio.

I sostenitori del disegno di legge, il bill 1362A, affermano che i prodotti aromatizzati alla menta, mentolo, frutta, dolci e quant'altro colpiscono maggiormente i ragazzi mentre quelli la tabacco sono perlopiù indicati per la possibile cessazione dal fumo degli adulti. La crescente popolarità dello svapo tra gli studenti delle scuole medie e superiori ha spinto l'avanzata del divieto anche se, attualmente, non è possibile per loro acquistare nessun prodotto relativo al settore del vaping proprio per il precedente inserimento del limite di età.

"Stiamo facendo un passo importante per proteggere la salute dei nostri giovani - un passo che doveva essere fatto molto tempo fa", ha dichiarato il consigliere Mark Levine, promotore del divieto. "Non impedirà a tutti i ragazzi che sono determinati a trovare un modo per avere le sigarette elettroniche o i liquidi aromatizzati, ma renderà molto difficile la possibilità di averli."

"Oggi New York City sta finalmente affrontando una crisi di salute pubblica che è in aumento da anni mentre i governi di tutta la nazione non hanno fatto praticamente nulla", ha continuato Mark Levine, "Stiamo finalmente affrontando la rinascita della dipendenza da nicotina giovanile causata dall'aumento delle sigarette elettroniche ".

I negozi si sono subito attivati per determinare la struttura futura degli stessi e l'eliminazione dagli scaffali dei prodotti aromatizzati , tranne quelli al tabacco, anche se attualmente rappresentano il 75% delle vendite; in quanto in base alla nuova regolamentazione i proprietari potrebbero incorrere in sanzioni a partire da $ 1000 per la vendita dei prodotti vietati.

Lo stesso relatore del Consiglio della città, nonché presidente del consiglio stesso, "Corey Johnson", che ha appoggiato il divieto, è un utilizzatore di sigarette elettroniche con liquidi aromatizzati al mentolo ed anche se ha trovato giovamento dall'utilizzo dei dispositivi a rischio ridotto ha dichiarato che, per continuare a svapare, dovrà rivolgersi agli aromi al tabacco che sono e saranno ancora consentiti.

Durante la votazione, alcuni dei sostenitori dello settore hanno lanciato false banconote da un dollaro sul pavimento del consiglio, inneggiando lo slogan "Grazie Big Tobacco" (in foto); nel frattempo, affermano che il divieto finirà per ferire i fumatori adulti che si rivolgono alle sigarette elettroniche nel tentativo di smettere di fumare ed allontanarsi dalle sigarette tradizionali. Alcuni si affideranno ai prodotti del mercato nero, aumentando la probabilità di lesioni, derivate dall'utilizzo di liquidi non idonei, mentre altri potrebbero semplicemente continuare o tornare a fumare.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.