Il 1 ° dicembre 2019, il funzionario sanitario del Bangladesh ha annunciato la pianificazione di un divieto per le sigarette elettroniche ed i liquidi da inalazione.

Il 1 ° dicembre 2019, il funzionario sanitario del Bangladesh ha annunciato la pianificazione di un divieto per le sigarette elettroniche ed i liquidi da inalazione in quanto tali strumenti stanno causando incertezza, problemi di salute e contrapposizione legislativa in tutto il mondo. Il Bangladesh, di certo, non ha mai visto di buon occhio gli strumenti di riduzione del danno da fumo; basti ricordare che all'interno del primo indice globale sulle interferenze nell'industria del tabacco (Global Tobacco Index) lo stesso si posizionava nelle ultime posizioni in classifica per l'interferenza delle grandi aziende del tabacco all'interno dell'ambito governato. Tale indice mostra come i governi di 33 paesi proteggano la politica sanitaria dalle ingerenze del settore.

Il segretario della divisione per l'educazione alla salute e il benessere della famiglia del Ministero della salute e del benessere della famiglia, Shaikh Yusuf Harun, ha dichiarato che bandirà le sigarette elettroniche e tutte le aromatizzazioni al tabacco (non viene specificato per altri liquidi o aromatizzazioni) che causano rischi per la salute vietandone la produzione, l'importazione e le vendite. Il ministero della salute del Bangladesh ha preso in considerazione le informazioni relative a decessi e malattie causati dalle sigarette elettroniche negli Stati Uniti.

In Bangladesh, le sigarette elettroniche sono molto usate ed acquistate sia nei negozi che nei siti web on-line, tuttavia secondo la Tobacco Control Policy 2019, i vaporizzatori elettronici ed i liquidi da inalazione al tabacco potrebbe essere vietati definitivamente se tale regolamentazione passerà al parlamento per l'approvazione.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.