Torna tutto alla normalità in Massachusetts dove, a partire dal 25 settembre, il divieto per le sigarette elettroniche ed i liquidi da inalazione aveva creato non pochi problemi per i negozi specializzati dello Stato.

Era il 25 Settembre 2019 ed il governatore del Massachusetts "Charlie Baker" annunciava, a fronte di EVALI, il divieto temporaneo sulla vendita di tutti i prodotti relativi al settore delle sigarette elettroniche nell'ambito di una emergenza di sanità pubblica.

Questa volta a prevalere sul buon senso non è stata una associazione o una manifestazione a favore del settore, basti pensare che dopo diverse vicissitudini lo stesso giudice Wilkins aveva confermato il divieto a fronte della denuncia della VTA, ma lo stesso governatore "Charlie Baker" che ha annunciato la fine del divieto e la possibilità di riprendere le vendite di tutti i prodotti del settore.

"Ci siamo sentiti in dovere di ritirare ill divieto perché il legislatore ha creato una serie di restrizioni sull'accesso dei prodotti, in particolare per i bambini, e ha dato al Dipartimento della sanità pubblica un margine abbastanza ampio per regolamentare il prodotto e assicurarsi che le persone ne comprendessero i rischi", ha detto Baker.

Era previsto che scadesse il 24 dicembre, ma Baker ha annunciato alla fine del mese scorso che sarebbe invece scaduto oggi, 11 dicembre, momento in cui il DPH avrebbe pubblicato i suoi piani per la supervisione del settore dello svapo. Nella votazione di oggi, mercoledì, il Dipartimento della sanità pubblica dello stato ha votato per l'adozione di una nuova serie di regole per la vendita dei dispositivi che porteranno i negozi conformi al nuovo regolamento a riprendere le vendite non appena quest'ultimo verrà depositato presso la segreteria di Stato.

Non tutti i prodotti quindi saranno disponibili sul mercato; la nuova regolamentazione vieta la vendita al dettaglio di tutto il tabacco aromatizzato, compresi i prodotti di svapo aromatizzati, le sigarette al mentolo e il tabacco da masticare aromatizzato. Ma il divieto ha effetto in momenti diversi per prodotti diversi. Il divieto per i prodotti aromatizzati è immediato; gli unici luoghi in cui potrai acquistare e utilizzare sigarette elettroniche aromatizzate sono i bar e luoghi per fumatori. Le sigarette aromatizzate al tabacco da masticare e al mentolo continueranno ad essere vendute fino a giugno 2020, e poi saranno oggetto di divieto come le sigarette elettroniche aromatizzate.

I negozi specializzati dovranno mostrare avvertimenti che riportino alla eventuale minaccia di malattie polmonari e dovranno seguire le regole appena delineate oltre al nuovo limite per la nicotina che verrà limitata, nelle sigarette elettroniche, a 35 milligrammi per millilitro, il che escluderà alcuni prodotti realizzati dal famoso rivenditore di vaporizzatori JUUL.

Il voto di oggi non avrà alcun impatto sugli utenti che vaporizzano THC le cui vendite rimangono bloccate. Le decisioni sulla vaporizzazione del principio attivo della marijuana sono ora nelle mani della Commissione di controllo della cannabis, che ha ancora un ordine di quarantena in atto sulle ricariche riempite con oli e liquidi al THC. Secondo le regole, i dispensari possono vendere solo vaporizzatori che usano fiori di marijuana.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.