E' la stessa FDA che rende pubblico il divieto di vendita totale di tutte le pod aromatizzate per sigarette elettroniche ad esclusione di quelle al tabacco e mentolo.

"Le aziende che non cessano la produzione, la distribuzione e la vendita di sigarette elettroniche a base di cartucce aromatizzate non autorizzate (diverse dal tabacco o dal mentolo), entro 30 giorni da tale comunicazione, rischiano azioni di contrasto da parte della FDA"

E' quanto si evince dal comunicato della Food and Drug Administration statunitense diramato ad inizio anno sul sito ufficiale. Tutte le pod aromatizzate alla frutta, dolci e menta (diversa dal mentolo perché premiscelata con i diversi gusti ad eccezione del mentolo che risulta essere pod a se) sono vietate ed escluse dalla vendita. Rimangono aperte le questione con i liquidi aromatizzati che attualmente non risultano vietati in quauto il divieto riguarda solo le cartucce precaricate.

La battaglia sulla epidemia di vaping promossa e portata avanti dall'ex commissario Scott Gottlieb e successivamente dai suoi successori ha trovato finalmente sbocco in un divieto totale di vendita:

"Gli Stati Uniti non hanno mai visto sorgere un'epidemia di consumo di sostanze tanto rapidamente quanto la nostra attuale epidemia di uso di sigarette elettroniche da parte dei giovani. HHS sta adottando un approccio globale e aggressivo per far rispettare la legge approvata dal Congresso, in base alla quale nessuna sigaretta elettronica è attualmente sul mercato legalmente", ha dichiarato il segretario HHS, Alex Azar. "Dando la priorità all'applicazione contro i prodotti maggiormente utilizzati dai bambini, la nostra azione oggi mira a raggiungere il giusto equilibrio di salute pubblica mantenendo le sigarette elettroniche come potenziale off-ramp per gli adulti che usano tabacco, garantendo nel contempo che questi prodotti non forniscano una rampa per la dipendenza da nicotina per la nostra gioventù. Non rimarremo inerti mentre questa crisi tra i giovani americani cresce e si evolve e continueremo a monitorare la situazione e ad adottare ulteriori azioni se necessario. "

La legge di cui parla il segretario è naturalmente quella dell'8 agosto 2016, data in cui la FDA è stata designata come responsabile per i prodotti di riduzione de ldanno da fumo e in cui è stato deciso che nessun prodotto di svapo poteva essere lanciato sul mercato americano senza aver precedentemente ricevuto la sua approvazione. L'approvazione può assumere la forma di un'equivalenza sostanziale (SE), un prodotto del tabacco a rischio modificato (MRTP) o una domanda PMTA.

Ma se questa legge esiste da più di 3 anni, vale la pena ricordare che finora non è mai stata applicata dalla FDA. Una violazione dei suoi obblighi che ha portato l'organismo federale ad essere regolarmente attaccato da vari politici e altre organizzazioni sanitarie negli ultimi tempi.

La guida finale che delinea le priorità di applicazione dell'agenzia per i sistemi elettronici di consegna di nicotina (ENDS), come le sigarette elettroniche e i liquidi elettronici, arriva dopo i risultati del National Youth Tobacco Survey (NYTS) del 2019. La dichiarazione di non responsabilità relativa al collegamento esterno sull'uso di sigarette elettroniche mostra che oltre 5 milioni di studenti delle scuole medie e superiori statunitensi sono attualmente utenti utilizzatori con una maggioranza che riporta prodotti a base di cartucce precaricate come JUUL.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.