Ci si aspettava che il paese attuasse misure simili a quelle di altre nazioni europee come  Spagna, Italia e Svizzera ma da oggi chiuderanno tutti i negozi specializzati in sigarette elettroniche del Regno Unito.

A confermare la notizie è la VPZ, il più grande rivenditore del Regno Unito, che chiuderà tutti i suoi 155 negozi a partire da oggi, martedì 24 marzo. La società, che si aspettava che il paese attuasse misure simili a quelle di altre nazioni europee mantenendo aperti i rivenditori di vaporizzatori, è stata costretta ad annunciare la decisione dopo che il governo non è riuscito a chiarire la sua opinione sui negozi specializzati.

In seguito all'annuncio del Primo Ministro, informando tutto il personale della sua decisione Doug Mutter, Director of Compliance and Manufacturing, ha dichiarato:

"Siamo delusi dalla mancanza di chiarimenti da parte del governo in merito alla posizione dei rivenditori. Altre nazioni europee hanno aderito al lavoro svolto dagli specialisti nel ridurre lo stress sui servizi sanitari e hanno tenuto aperti i negozi locali. Ci aspettavamo che questo fosse il caso e avevamo iniziato a investire in nuovi processi per gestire la nostra attività in tale situazione."

"Tuttavia, senza sufficienti chiarimenti e nell'interesse di proteggere il nostro personale e i nostri clienti, abbiamo preso la decisione di chiudere tutti i 155 negozi a partire da martedì per le prossime tre settimane."

La società si aspettava che il Regno Unito avrebbe seguito artisti del calibro di Spagna, Italia e Svizzera nel consentire ai rivenditori di rimanere aperti nel tentativo di impedire ai fumatori di tornare a fumare.

"Siamo stati informati sia dal governo del Regno Unito che dall'OMS che il fumo ha un impatto enormemente dannoso se abbinato a COVID-19. Come azienda, abbiamo il dovere di aiutare le persone a proteggersi e garantire che il nostro personale e i nostri clienti siano al sicuro. "

Non sono state quindi accolte le richieste delle associazioni di categoria di consentirne l'apertura come in Italia, anche se si spera in un ripensamento.

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche