Mancano ormai soltanto pochi mesi e tutto cambierà. Leggete l'articolo e documentatevi per sapere con cosa avremo a che fare.

Il 2017? Un anno particolare sotto tutti i punti di vista per il Vaping sia Italiano che Europeo.

DA MAGGIO NESSUNA REMISSIONE DI PECCATI. NESSUNA DEROGA O CAMBIAMENTO TUTTO HA INIZIO.

Poche parole, semplici chiare e concise per capire cosa cambierà nel panorama dello svapo.A maggio  entrerà in vigore in maniera definitava la Direttiva europea sui tabacchi, la cosiddetta Tpd.

GLI ATOMIZZATORI:  Dovranno essere a prova di perdita sia durante l'utilizzo, sia durante il refil che sia durante l'inattività dell'atomizzatore stesso.

PUBBLICITA' (ANCORA DA CAPIRE BENE): E' Vietata sia quella diretta che indiretta, pertanto non solo è vietata la pubblicità delle sigarette elettroniche ma anche dei negozi che le vendono.

PER I CONSUMATORI...

DIMENTICHIAMOCI I FLACONI DA 100 ML O DA 1 LITRO DI BASE NICOTIZZATA!

1) Tutti i liquidi con nicotina potranno e dovranno essere confezionati/venduti in flaconi da 10 ml con un contenuto MASSIMO di 20 mg/ml;

2) Tutto dovrà essere a prova di bambino;

3) Nei flaconi verranno inseriti nuovi pittogrammi di avvertenza (rimane ancora una incognita sulla presenza o meno di immagini di cibo/bevande/frutta o altro).

RIMANGONO INVECE INVARIATE LE REGOLE PER LE BASI E GLI AROMI SENZA NICOTINA! (quindi esisteranno ancora i flaconi da 100ml/250ml/550ml/1 litro)

Pertanto quale miglior soluzione di comprare una boccettina da 10 ml di liquido base 50vg & 50pg con 20mg/ml di nicotina e diluirlo così:

- 10ml (50/50) con 20mg/ml di nicotina + 10ml (50/50) senza di nicotina = 20ml di liquido (50/50) con nicotina a 10mg/ml

- 20ml di liquido (50/50) con nicotina a 10mg/ml + 20ml di liquido (50/50) senza nicotina = 40ml di liquido (50/50) con nicotina a 5mg/ml

E COSI' VIA....

PER LE AZIENDE...

CAUSA DI QUESTO PROVVEDIMENTO? ALCUNE AZIENDE CHIUDERANNO, ALTRE SI ADEGUERANNO, ALTRE SI DEVO ANCORA ADEGUARE.

1) Dovranno necessariamente notificare tutti i prodotti immessi nel mercato contenenti nicotina tramite una "Denuncia" di prodotti con altrettante prove di laboratorio. Se tutto è andato per il verso giusto e la notifica viene accettata si potrà produrre il prodotto in questione non prima di 6 mesi dall'autorizzazione alla produzione;

2) I flaconi contenenti nicotina prodotti al di fuori dell’Unione europea dovranno essere notificati dall'importatore (sempre comunque classificando il come/quando/perchè);

3) Le aziende potranno (non dovranno) se vogliono pubblicare sul loro sito web l'avvenuta notiica o attuazione ed eventuali informazioni aggiuntive;

PER I NEGOZIANTI...

SI POTRA' VENDERE TUTTI QUELLO CHE SI HA "NON CONFORME" FINO AL 19 MAGGIO 2017 PURCHE' SIANO STATI PRODOTTI PRIMA DEL 20 NOVEMBRE 2016, TUTTO QUELLO CHE RIPORTA LA DATA DEL 21 NOVEMBRE 2016 DEVE O DOVEVA GIA' ESSERE IN REGOLA CON LA TPD (bastai guardare il lotto di produzione in etichetta).

SUCCESSIVAMENTE???? "BUTTA VIA TUTTO"

PROCEDURE DI CONTROLLO E INFRAZIONE TRAMITE L'AAMS MA NESSUNO PARLA DI TASSE E/O FISCALIZZAZIONE.