E' stato abbandonato l'anno scorso ma è stato ripreso questa settimana. Il disegno di legge 134 proibirebbe il vaping nelle Università delle Hawaii.

Sembrava esserci affermata l'idea alle Hawaii del divieto di vaping per i giovani con l'SB2304 e successivamente del divieto di vendita on-line l'SB2654, ma questi ultimi a gennaio non sono bastati per "rendere le Hawaii "un posto più sicuro per la salute.

I legislatori stanno prendendo in forte considerazione questa ipotesi per vietare qualsiasi forma di fumo sia tabacco che sigarette elettroniche in ogni struttura posseduta o gestita da UH. Attualmente "UH-Manoa" e "Kapiolani Community College" sono gli unici campus che vietano completamente il fumo.

Il disegno di legge è stato presentato l'anno scorso ed è stato ripreso mercoledì autorizzato dai comitati della Camera per la salute e servizi umani e istruzione superiore. Successivamente deve passare attraverso il comitato della Camera per il lavoro e l'occupazione pubblica.

"Lo stato delle Hawaii è stato uno degli stati principali per quanto riguarda il tentativo di garantire un ambiente sano", ha affermato il rappresentante di stato Richard Onishi. [hawaiitribuneherald.com - 21 Marzo 2018]

"Abbiamo già ospedali e strutture statali senza fumo, quindi penso che questo sarebbe un'altro passo avanti per cercare di proteggere la salute delle persone. ... Non stiamo dicendo loro che non possono fumare. Stiamo solo dicendo loro dove non possono fumare ". continua Richard Onishi. 

Nel campus "UH-Hilo", le regole proibiscono l'uso di qualsiasi prodotto legato al tabacco all'interno degli edifici, nelle aree comuni esterne e entro 20 piedi dagli ingressi e dalle uscite. È vietato fumare a meno di 50 piedi dai punti per il trasporto pubblico di autobus e all'interno di stadi e arene all'aperto.

All' "Hawaii Community College", fumare e svapare sono permessi nella maggior parte dei posti all'aperto ad almeno 25 piedi di distanza dagli edifici.

Circa il 13% della popolazione adulta fumava nel 2017, il tasso è fortemente di diminuito nel corso degli anni, tuttavia i tassi di svapatori sono aumentati in particolare tra i giovani. Si stima che il 45% degli studenti delle scuole superiori usi sigarette elettroniche fornendo al dipartimento di salute dello Stato una evidente possibilità di associare il vaping al fumo delle normali sigarette.

 

Richard Onishi ha detto che lo svapo è stato incluso nel divieto perché "è nuovo, e non conosciamo le sue conseguenze a lungo termine".

Secondo il disegno di legge, in più di 760 college potrebbe essere bandito il fumo e molti di questi divieti includono il fumo elettronico.