E' già vietata la vendita di sigarette elettroniche contenti nicotina ai minori, il successivo divieto ne vieterebbe anche l'utilizzo.

Si dovrà esprime a favore o contraria la camera dei rappresentati dell'Alaska che darà la votazione finale alla proposta di legge che renderebbe il vaping illegale a chiunque abbia meno di 19 anni.

E' il "Bill 15" promosso dal senatore Gary Stevens che renderebbe tutto questo possibile. Già approvato dal Comitato delle finanze della Camera adesso il voto sulla legge diventa veramente importante per il paese.

Gli esperti di salute pubblica concordano sul fatto che è tragico che la "teoria del gateway" sia ancora radicata nella politica del paese, quando è stata contrastata da autorevoli e  numerosi studi scientifici.

"Fondamentalmente ciò di cui tratta questo disegno di legge è proteggere i nostri figli, i nostri giovani dal diventare dipendenti dalla nicotina e dall'adottare abitudini malsane", ha detto Stevens al comitato finanziario il 28 febbraio.

"Continuando a non agire contro questa nuova tendenza, inviamo il messaggio ai nostri giovani che questi prodotti sono sicuri e appropriati da usare." - conclude.

Mettere le sigarette elettroniche sullo stesso scaffale delle sigarette normali e regolarle allo stesso modo potrebbe rivelarsi dannoso per la salute pubblica commentano gli esperti. E' risaputo - continuano - che le prime sigarette vengono usate dagli adolescenti ma è anche vero che le sigarette elettroniche si sono dimostrate un valido strumenti - perlopiù efficace - nello smettere di fumare.

Quindi avrebbe senso avere i dispositivi disponibili come aiuti per smettere di fumare per gli adolescenti che stanno già lottando con una dipendenza da tabacco.

Uno studio pubblicato sull'American Journal of Preventive Medicine all'inizio di questo mese, ha indicato che contrariamente ai recenti resoconti dei media, lo svapo è comunemente prevalente solo tra gli adolescenti fumatori, nel qual caso serve come strumento di riduzione del danno. Guardando la situazione da questa prospettiva, il divieto di prodotti contenenti nicotina sembra privo di senso.