Più di 50 stati del Massachusetts hanno già aderito a "Tobacco 21" che aumenta l'età minima legale per acquistare prodotti legati al tabacco come anche le e-cig.

Più di 50 comuni/stati dello stato del Massachusetts hanno già implementato la loro legislazione per il tobacco 21 il che aumenterebbe l'età minima legale per l'acquisto di prodotti del tabacco dai 18 ai 21 anni di età. Secondo alcuni stati, i prodotti legati al vaping sono o non sono inclusi nella nuova politica di acquisto. 

Il problema molto fuorviante sono gli attivisti anti-vaping che supporrebbero che le sigarette elettroniche siano una via di accesso al fumo tradizionale. Inoltre le nuove normative in vigore negli USA porterebbero alcuni stati a vietare il vaping nei parchi e nei luoghi pubblici e di lavoro, pertanto la discussione tra l'inserimento o meno dei prodotti da "svapo" è ancora aperta.

Esempi come Lexington dove il vaping è stato vietato nei parchi e nei luoghi di lavoro o la disinformazione passata in USA ne fanno da padrone gettando le basi per una nuova politica anti-vaping generale.:

Gina McNeely, direttrice della salute pubblica a Montague (comune della contea di Franklin, Massachusetts) ha recentemente dichiarato che la maggior parte dei prodotti legati al vaping che contengono nicotina, una sostanza che provoca dipendenza, possono aprire le porte al fumo mettendo in campo anche  la FDA che non ha ancora riconosciuto ufficialmente le sigarette elettroniche come metodo legittimo per smettere di fumare