Notizie positive dall' American Cancer Society (ACS) ha rilasciato una dichiarazione che indica un cambiamento di atteggiamento nei confronti delle sigarette elettroniche. 

E' una dichiarazione dell'American Cancer Society che sottolineando che, mentre il fumo è responsabile della morte di milioni di persone, la ricerca attuale continua ad indicare che le sigarette elettroniche sono più sicure delle normali sigarette tradizionali. L'organizzazione riconosce infine la ricerca a favore dell'uso di sigarette elettroniche per smettere di fumare e raccomanda che i medici sostengano i fumatori che scelgono i dispositivi come ausili preferiti per smettere di fumare.

"Alcuni fumatori, nonostante i consigli medici, non tenteranno di smettere di fumare sigarette tradizionali e non useranno i farmaci per la cessazione del fumo approvati da FDA. Queste persone dovrebbero essere incoraggiate a passare agli strumenti a rischio ridotto come le sigarette elettroniche."

L'organizzazione pertanto tende ad informarsi di più sugli effetti a lungo termine provocati dal "vaping" che sono relativamente ancora sconosciuti prima di dare un giudizio definitivo ma se tali studi porteranno ad una soluzione pro ecig allora la ACS modificherà la sua attuale idea.

"L'ACS raccomanda, vivamente, di fare tutto il possibile per impedire l'uso delle ecig tra i giovani. L'uso di prodotti contenenti nicotina in qualsiasi forma tra i giovani è pericoloso e può danneggiare lo sviluppo del cervello ".

D'altra parte -  da un lato obiettando - la ACS incoraggia anche l'agenzia (FDA) a determinare i danni assoluti e relativi dei diversi prodotti del tabacco, piuttosto che mettere tutti i "prodotti del tabacco" sotto lo stessa regolamentazione, aggiungendo: "La FDA dovrebbe valutare se le sigarette elettroniche aiutano a ridurre pericoli legati al tabacco e l'impatto del marketing delle sigarette elettroniche sulle percezioni e sul comportamento dei consumatori. "

"Qualsiasi regime normativo correlato dovrebbe includere la sorveglianza post-marketing per monitorare gli effetti a lungo termine di questi prodotti e garantire che le azioni della FDA abbiano lo scopo di ridurre in modo significativo le malattia e la - eventuale - mortalità", ha concluso l'ACS.

Infine, conslude la dichiarazione, la FDA dovrebbe fare tutto il possibile per ridurre la tossicità e la dipendenza di tutti i prodotti del tabacco disponibili sul mercato. In linea con questo, lo scorso dicembre la FDA ha elencato una serie di questioni che intende affrontare nel 2018 , e in cima alla lista c'era "la crisi della dipendenza da nicotina".

Inoltre, l'agenzia ha menzionato ancora una volta che mira a "facilitare l'innovazione in prodotti in grado di fornire livelli soddisfacenti di nicotina agli adulti", in modo che i fumatori possano passare a alternative più sicure .