Il Dott. Colin Mendelsohn ed il dott. Joe Kosterich lottano contro il Governo Australiano per poter provare che le sigarette elettroniche sono uno strumento di riduzione efficace.

La malattia e la morte causate dal fumo sono dovute alla combustione delle foglie di tabacco essiccate, che producono gas velenosi, come il monossido di carbonio, la formaldeide e il cianuro che vengono inalati dal fumatore.

Questo è stato il messaggio chiave di due medici australiani, che sostengono la riduzione del danno da tabacco, dove acquistare, possedere o usare la nicotina nelle sigarette elettroniche è illegale senza la prescrizione del medico.

"La nicotina è ciò che provoca la dipendenza dal fumo, ma la nicotina è relativamente innocua con effetti minori sulla salute. Le sigarette elettroniche offrono agli utenti lo stesso comportamento che desiderano: l'intera esperienza di fumare ma senza danni. Inoltre, la dipendenza da nicotina con il vaping  non è così forte come quella delle sigarette ", ha affermato il dott. Colin Mendelsohn, professore associato presso l'Università del New South Wales (specialista in medicina e trattamento del tabacco che lavora in uno studio privato e presidente della Australian Tobacco Harm Reduction Association.)

"È la combustione del tabacco nelle sigarette che produce sostanze chimiche nocive. Questo non si verifica nelle sigarette elettroniche, che riscaldano e vaporizzano il liquido solo a temperature basse. Le prove scientifiche dimostrano che le sigarette elettroniche sono molto più sicure delle sigarette", ha affermato il dott. Joe Kosterich, professore a contratto presso l'Università dell'Australia occidentale (medico di medicina generale, è anche oratore, autore di tre libri, presentatore di media e consulente del settore sanitario).

I due sostenitori della riduzione del danno al tabacco hanno parlato con i giornalisti a margine del quarto Global Forum of Nicotine tenutosi a Varsavia, in Polonia, la scorsa settimana.

Per le persone che lo consultano per smettere di fumare, Mendelsohn raccomanda per prima cosa trattamenti approvati che comportano consulenze e farmaci professionali, come la terapia sostitutiva della nicotina.

"Nella mia esperienza, la maggior parte delle persone che cercano questi trattamenti non riesce a smettere di fumare".

"Ma la maggior parte dei medici non prescriverà le sigarette elettroniche in quanto non sono approvate dal governo, il che scoraggia il loro uso", ha detto Mendelsohn, "l'associazione medica australiana e la maggior parte delle organizzazioni mediche in Australia sono contrarie alle sigarette elettroniche".

"Quando parliamo con i medici, molti non sanno molto delle prove sulle sigarette elettroniche. Seguono le loro organizzazioni mediche, che sono contro le quest'ultime. Ma quando spieghiamo loro che le prove dimostrano che le sigarette elettroniche sono meno dannose del fumo del 95%, lo accettano. Abbiamo bisogno di educare i medici, ed è quello su cui stiamo lavorando ora ", ha detto Kosterich.

I trattamenti approvati dallo Stato falliscono miseramente e di questo i medici ne sono consapevoli, le sigarette elettroniche forniscono uno strumento che in tutto il mondo funziona.

"I responsabili politici sono spesso persone che non si occupano di pazienti e di salute. Lavorano nelle università o nei dipartimenti sanitari con persone che sono come loro. Non si mettono nei panni dei fumatori o persone con background diversi. Sono convinti che loro politiche funzionino perché tutti quelli con cui parlano sono come loro ". -  ha consluso Kosterich

"In Australia è molto difficile acquistare nicotina per lo svapo, che ha una piccola parte dei rischi per la salute del tabacco combustibile e può aiutarti a smettere di fumare, ma puoi comprare sigarette con nicotina ovunque. Non ha senso. "  - ha concluso Mendelsohn

"Le sigarette elettroniche non sono probabilmente assolutamente innocue, ma le prove dimostrano chiaramente che sono almeno il 95 percento meno dannose delle sigarette. C'è un prezzo da pagare se aspettiamo la prova assoluta, e cioè la gente morirà mentre stiamo aspettando. ""L'Australia ha bisogno di legalizzare lo svapo come alternativa più sicura al fumo", ha detto Mendelsohn.

Intervista tratta dal giornale online Filippino: Businessmirror.com.ph