In un comunicato la NNA (New Nicotine Alliance) chiede alla delegazione del Regno Unito presente al COP8 di esporre i successi ottenuti con le sigarette elettroniche.

L'NNA sembra fermamente convinta che se il Regno Unito esporrà i suoi successi, potrebbe non solo proteggere il vaping, ma potrebbe effettivamente essere un catalizzatore per il gli altri stati presenti al COP8.

Inoltre la NNA teme che la percezione negativa all'interno dell'OMS porti i paesi più piccoli e meno ricchi a vietare i prodotti, mentre i paesi più industrializzati tenderebbero a concederli.

Comunicato: Il vertice COP8 della FCTC a Ginevra rappresenta una grande opportunità per i delegati britannici per promuovere il successo del Regno Unito con le sigarette elettroniche. La New Nicotine Alliance (NNA) chiede ai delegati del Regno Unito di esporre, ai rappresentanti globali, il successo chiaro ed inequivocabile che le sigarette elettroniche e altri prodotti alternativi sono molto più sicuri del tabacco combustibile e dovrebbero essere trattati come strumenti di riduzione e non come le sigarette convenzionali.

"Le sigarette elettroniche sono un'alternativa più sicura e provata al fumo ed il Regno Unito vanta oltre 1,7 milioni di ex fumatori che si sono convertiti al vaping esclusivo. Nel Regno Unito, il governo ha saggiamente riconosciuto i significativi benefici che le strategie di riduzione del danno del tabacco possono ottenere, come risultato di messaggi positivi verso lo svapo con campagne come Stoptober". Jakes.

"COP8 è un'opportunità perfetta per il Regno Unito per mostrare questo successo e condividere la sua esperienza positiva con il mondo. 

Il piano di controllo del tabacco del governo britannico si è impegnato a sostenere prodotti innovativi nel suo sforzo di incoraggiare i fumatori a smettere, e le sue raccomandazioni sono basate su prove progettate per massimizzare i benefici di una consegna di nicotina più sicura. L'Organizzazione Mondiale della Sanità riconosce la riduzione del danno del tabacco come un principio guida della sua Convenzione quadro sul controllo del tabacco, quindi è del tutto sbagliato che attualmente inviti le nazioni a vietare l'uso di questi prodotti...

"All'OMS piace parlare del diritto alla salute, ma perché un fumatore in India o in Africa ha meno diritto ad accedere a prodotti che potrebbero aiutarli a smettere di fumare rispetto a un fumatore nel Regno Unito o in Canada?", Ha detto Jakes...

"A Ginevra, i rappresentanti del Regno Unito hanno un'occasione d'oro per promuovere il successo del Regno Unito con prodotti più sicuri. Forniamo alla FCTC finanziamenti generosi per ridurre i tassi di fumo nelle nazioni sottosviluppate. Pertanto invitiamo il governo a utilizzare l'influenza che il nostro contributo finanziario apporta. Ciò significa respingere il divieto di riduzione del danno che le nazioni meno abbienti si sentono obbligate ad attuare a causa della disinformazione dell'OMS, esortare la FCTC ad aderire ai propri articoli sull'argomento e resistere alle restrizioni sulla promozione di alternative meno nocive al fumo "

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.