Arriva a ben 13 il numero degli stati che non ha ratificato il trattato sul controllo del tabacco. Tra questi la Svizzera come Stati Uniti, Argentina, Malawi e Cuba.

Nonostante il fatto che l'FCTC "COP8", la conferenza dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di quest'anno, si tenga a Ginevra, la Svizzera non ha ancora ratificato il trattato sul controllo del tabacco. Dura critica - pertanto - alla Svizzera da parte dell'OMS. Vera Luiza da Costa e Silva, capo della segreteria della Convenzione, ha dichiarato:

"Penso che sia più un peccato che un problema che la Svizzera non è parte del trattato, poiché si tratta di proteggere la salute pubblica della popolazione".

La Convenzione quadro dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sulla lotta contro il tabagismo (FCTC) , tiene la sua ottava Conferenza delle parti biennale (COP) a Ginevra questa settimana fino al 6 ottobre. Purtroppo, l'FCTC è noto per aver rifiutato la scienza a favore delle sigarette elettroniche per smettere di fumare e insistendo sulla cessazione totale e non sulla possibilità graduale di smettere di fumare con l'ausilio di metodi alternativi.

La Svizzera è tra i 13 paesi che non hanno appoggiato la FCTC, in parte a causa delle normative relative alla pubblicità. Alcuni degli altri paesi come gli Stati Uniti, l'Argentina, il Malawi e Cuba, si ritiene che abbiano respinto il trattato in quanto tendono a essere i principali coltivatori di tabacco .

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.