In occasione del World Cancer Day 2019 il dott. Lion Shabab, professore associato presso l'University College di Londra, afferma che le sigarette elettroniche non sono un pericolo.

Riportiamo alcuni parti dell'intervista che il dott. Lion Shabab, professore associato presso l'University College di Londra e coautore dell'ultimo video della PHE , ha rilasciato al News-Medical Life Sciences, in occasione dell'iniziativa globale per la consapevolezza del cancro , "World Cancer Day 2019".

Affrontando alcune delle domande più frequenti sulle sigarette elettroniche, il dott. Shabab ha detto che esiste un "consenso crescente" che suggerisce che le sigarette elettroniche non rappresentano nemmeno il 5% dei rischi per la salute posti dalle sigarette.

"Il tabacco contiene più di 600 composti che vengono trasformati in circa 5.000 sostanze, inclusi almeno 70 agenti cancerogeni, quando una sigaretta è accesa e il tabacco brucia a circa 800 gradi centigradi. Per confronto, gli e-liquid utilizzati nelle sigarette elettroniche sono composti principalmente da sostanze  umettanti, come glicole propilenico e glicerina vegetale, nicotina e aromi che vengono riscaldati a circa 200 gradi centigradi. "

N.b.:  Con il termine Umettanti si intendono sostanze igroscopiche e idrosolubili che vengono inserite nella formulazione con lo scopo di mantenere un giusto grado di umidità, prevenendo l'evaporazione, quindi l'essiccamento della superficie del prodotto. L'unica sostanza umettante tossica conosciuta è il cloruro di litio.

Mentre non c'è ancora un risposta verificata sugli effetti a lungo termine del vaping sull'organismo, gli ingredienti usati non sono probabilmente tossici come quelli di una normale sigaretta.

"Gli umettanti usati nelle sigarette elettroniche si trovano comunemente negli alimenti (ad esempio il dentifricio), come lo sono la maggior parte degli aromi e quest'ultimi sono generalmente considerati sicuri. Quello che non sappiamo è come l'inalazione di queste sostanze nei polmoni a lungo termine possa influire su di loro, e sembrerebbe ragionevole che almeno ciò causerebbe irritazione e infiammazione ".

"Ma per ribadire, le sigarette sono molto più dannose a causa dell'elevato numero di prodotti di combustione inalati nei polmoni, e le ricerche, condotte non solo da parte mia ma anche da altri,  mostrano che l'esposizione ad agenti cancerogeni legati a malattie come il cancro del polmone sono notevolmente ridotte rispetto a i fumatori, suggerendo benefici per la salute a lungo termine per coloro che passano alle sigarette elettroniche dalle sigarette. "

Il dott. Shabab ha anche prodotto l'ultimo video di Public Health England in collaborazione con la dott.ssa Rosemary Leonard che dimostra gli effetti del fumo di una normale sigaretta contro il vapore di una sigaretta elettronica sui polmoni. Ribadisce inoltre il messaggio che il fumo è la principale causa di morte prevenibile nel Regno Unito.

"Le sigarette elettroniche si sono dimostrate efficaci almeno quanto la terapia sostitutiva della nicotina per aiutare le persone a smettere, raddoppiando all'incirca i tassi di astinenza". - conclude Shabab 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.