L'Agenzia per la promozione della salute (HPA) "Te Hiringa Hauora" sta lavorando con il Ministero per la preparazione di informazioni pubbliche sulla cessazione grazie alle sigarette elettroniche.

Anche la Nuova Zelanda si converte definitivamente al vaping come accennato dal Ministro della Salute "Jenny Salesa" agli inizi di quest'anno. L'approccio è basato sulla ragionevolezza di una regolamentazione idonea che distingue le sigarette elettroniche dal fumo tradizionale e su una nuova politica neozelandese che si basa concettualmente su tre aree di sviluppo partendo dall'incoraggiare i fumatori a passare a sistemi meno dannosi per la salute, dal rendere tali dispositivi alternativi più sicuri in funzione al dispositivo stesso e alla protezione dei non fumatori con particolare accortezza per i minori.

L'Agenzia per la promozione della salute (HPA) "Te Hiringa Hauora" annuncia la collaborazione con il Ministero della Salute sulla preparazione di informazioni pubbliche su come le sigarette elettroniche servano per smettere di fumare incoraggiando gli utenti a passare ai dispositivi a rischio ridotto.

La campagna sarà supportata da informazioni sui benefici delle sigarette elettroniche e le proporrà come un modo riuscire a tutelare la salute dell'individuo. Il tutto per arrivare all'obiettivo del 2025 cercando di incentivare la cessazione per creare un paese senza fumo. 

La campagna promossa dal Ministero verterà principalmente sull'informazione, sull'analisi dei costi e dei risparmi che si hanno passando alle sigarette elettroniche e sui consigli su come avere supporto e aiuto per la cessazione. 

"Aiutare i fumatori, in particolare le giovani donne madri, a passare con successo alle sigarette elettroniche e smettere completamente di fumare, assicurarsi che i non fumatori, specialmente i minorenni, non comincino a fumare e comprendere i benefici del vaping sono i nostri obiettivi." - commenta HPA sul sito web ufficiale.

Per questo, ampio, lavoro la HPA ha creato un gruppo di consulenti esperti che possono fornire una consulenza, adeguata, basata sulla ricerca e sulla loro significativa esperienza con il pubblico e le realtà delle parti interessate. I membri del gruppo sono:

  • Robyn Bern - Homecare Medical (Quitline)
  • Mihi Blair - Hāpai Te Hauora
  • Jane Chambers - Ministero della salute
  • Professor Janet Hoek - Università di Otago
  • Rachael Kingsbury - Comitato sanitario del distretto di Nelson Marlborough (Te Whare Whānau - Motueka Maternity Unit)
  • Professor Hayden McRobbie - Consulente clinico del Ministero della salute
  • Dr John McMenamin - Consigliere presso il Ministero della salute (tabacco)
  • Maraea Peawini - Comitato sanitario del distretto di Canterbury (Te Hā - Waitaha)
  • QJ Satchell - NZVAPOR
  • Leigh Sturgiss - Ministero della salute.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.