Trovata la sostanza che provoca problemi respiratori negli Usa, Konstatinos Farsalinos ci vede poco chiaro sulla questione e sul suo account Twitter rilascia dichiarazioni che possono portare al dubbio che ci sia dell'altro.

E' stata scoperta dalle autorità statali e federali americane, dopo svariati controlli ai liquidi delle vittime negli Stati Uniti, la presenza della Vitamina E acetato che come descritto nel nostro precedente articolo ha portato vari casi in Usa che inizialmente sono stati ricollegati alla sigaretta elettronica finalmente ormai scagionata.

Konstantinos Farsalinos però non ci vede chiaro sulla questione e sul suo account Twitter rivela, con una serie di dichiarazioni, che forse ci sia dell'altro:

"Quindi, i media statunitensi riportano che la vitamina E, l'antiossidante più comune e più potente (che tra l'altro NON è un lipide), è implicata nei recenti casi di grave disfunzione polmonare negli Stati Uniti. ha senso? Penso che ci sia dell'altro in questa storia ..."

"La vitamina E acetato (alfa tocoferolo acetato) non è un lipide. Può diventare lipidico quando esterificato con acidi grassi. Se hai già acidi grassi nel liquido, non hai bisogno della vitamina E per causare il danno ... La vitamina E acetato è un estere di vitamina E e acido acetico."
"Suggerisco di attendere gli annunci ufficiali (quale composto o composti, a quale livello, come hanno causato la condizione). Nel frattempo, la valutazione secondo cui i liquidi convenzionali (senza nicotina o senza nicotina) NON erano la causa erano estremamente precisi."
 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.