Per il Prof. Benoît Vallet, esperto di sigarette elettroniche intervistato dal quotidiano "Libération", lo svapo rimane la migliore soluzione per smettere di fumare.

Dal 2013-2018 è stato il direttore generale della Sanità sotto Marisol Touraine; fu lui a pilotare l'arrivo e la diffusione dello svapo in Francia, creando il primo gruppo di lavoro e rimane uno dei migliori e più indipendenti esperti su questo tema. Parliamo del prof. Benoît Vallet che intervistato dal quotidiano francese "Liberation" non perde tempo ed ammette che secondo la sua opinione "lo svapo rimane la migliore soluzione per smettere di fumare".

Sul caso Stati Uniti è lo stesso che ammette che l'isteria è esagerata. La causa, che è ormai anche se non è definitivamente certa ma appurata, sono i liquidi illegali al THC modificato che hanno dato la possibilità ai pazienti colpiti da problemi polmonari di utilizzare liquidi che non sono adatti all'utilizzo con le sigarette elettroniche. Tali liquidi illegali - commenta il professore -  non sono disponibili e non circolano in Francia e più precisamente in Europa.

 

 

Tutto questo, ad ogni modo, suscita una preoccupazione nella sanità in generale e negli utilizzatori di questi dispositivi ed è bene confermare che lo svapo è ora il modo migliore per uscire dal fumo. - continua - Gli ultimi studi dell'Agenzia di sanità pubblica Francia riportano cifre che indicano un forte calo del consumo di tabacco. Ci sono diverse ragioni. Il basso costo dello svapo ha innegabilmente creato una mania per questa soluzione contro il tabacco. Si noti tuttavia che i sostituti ( come gomme o cerotti), sono supportati da un'assicurazione sanitaria. E i numeri parlano da soli: c'è stato un calo di oltre 100.000 fumatori attraverso lo svapo.

Altro argomento trattato da Vallet sono i giovani, esprimendo risentimento sulla errata convinzione che le sigarette elettroniche possano essere una via verso il tabagismo.

"Recentemente, i dati rilasciati dal Dr.  David Levy [un esperto di valutazione modellato sull'uso del tabacco e dello svapo alla Georgetown University, Washington, DC] mostrano che se ci sono più giovani interessati a svapare, ed il numero di giovani fumatori è diminuito. Questi studi non dimostrano che lo svapo facilita l'ingresso nel fumo." 

Tuttavia, abbiamo certezze, i dati sono lì - conclude Vallet - In termini di salute pubblica, è meglio promuovere lo svapo rispetto al tabacco. L'obiettivo principale è la soppressione del fumo. Per coloro che desiderano smettere, lo svapo è la soluzione migliore. Offre una visibilità senza precedenti per quanto riguarda la salute pubblica.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.