Emanate linee guida per medici e professionisti della salute dal CDC per le malattie polmonari e i decessi avvenuti in Usa. La malattia ha un nome si chiama "EVALI".

Mentre la FDA ammette che le malattie polmonari e i decessi negli States sono causate dall'utilizzo nelle sigarette elettroniche di liquidi al THC illegale con la presenza di altre sostanze nocive per il corpo umano, il CDC (Centers for Disease Control and Prevention), pubblicando delle linee guida per i medici ed i professionisti della salute, non sembra pronto ad escludere i liquidi elettronici con nicotina come possibile causa anche se poc'anzi ha ammesso che nel 77% dei casi la colpa è da imputare ai liquidi al THC illegalmente modificati.

Alcuni giorni fa, il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha pubblicato un documento per i medici negli Stati Uniti. Seguendo il numero crescente di vapers malati in tutto il paese, ha lo scopo di guidare gli operatori sanitari attraverso ciò che alcuni ora chiamano "crisi sanitaria" .

Il documento inizia richiamando i numeri dei casi presi in esame dall'8 ottobre 2019. da quel giorno sono stati registrati 1.299 casi negli Stati Uniti, tra cui 21 decessi. L'età media delle persone colpite è di 24 anni e il 70% dei pazienti sono uomini. Il CDC afferma inoltre che ora hanno un nome in codice per designare questo specifico problema di salute: EVALI, acronimo di E-cigarette VAping Lung Injury.

Lo scopo del lavoro dell'organizzazione sanitaria è di fornire una "guida intermedia" per la valutazione clinica iniziale, i criteri suggeriti per il ricovero e il trattamento in ospedale, il follow-up del paziente, considerazioni speciali per gruppi ad alto rischio e, infine, raccomandazioni cliniche e di salute pubblica.

Il primo consiglio dato ai medici che sarebbero di fronte a un paziente che sospettano di avere EVALI è quello di "porre domande sull'uso dei prodotti dello svapo, in modo non critico e completo, e idealmente, sui tipi di sostanze utilizzate (THC, nicotina ecc.)".

Il CDC consiglia quindi di sottoporre al ricovero ospedaliero e successivamente ad una radiografia del torace e vari esami del sangue. Inoltre specificano che tutti i pazienti la cui saturazione di ossigeno nel sangue (O2) è diminuita (<95%) nell'aria ambiente o che sono in difficoltà respiratoria, devono essere ricoverati in ospedale.

L'organizzazione ricorda che attualmente, anche se nessun singolo composto o ingrediente sembra aver causato queste lesioni:

"le prove disponibili suggeriscono che i prodotti contenenti THC svolgono un ruolo  in questi problemi di salute ma non sono da escludere i liquidi elettronici alla nicotina come possibile causa."

Pertanto, nell'ultima parte del documento riguardante le raccomandazioni sulla salute pubblica, l'organizzazione afferma che sebbene "i dati nazionali e statali suggeriscano che i prodotti contenenti THC, in particolare quelli ottenuti per strada o altre fonti informali ( ...) sono collegati alla maggior parte dei casi e svolgono un ruolo importante nell'epidemia, " il CDC " continua a raccomandare alle persone di astenersi dall'utilizzare prodotti contenenti nicotina " .

Una posizione che sembra sempre più complicata per l'organizzazione alla luce delle numerose prove accumulate di recente e tutte tendenti a dimostrare che solo i prodotti contenenti THC sono problematici.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.