John Newton direttore dell'Health Improvement presso Public Health England: "E' anormale non prendere in considerazione l'evidenza, non sono le sigarette elettroniche o i liquidi con nicotina il problema".

Una situazione che John Newton, direttore del miglioramento della salute presso PHE, considera anormale:

"È un peccato che questi tragici eventi vengano utilizzati per promuovere la totale limitazione delle sigarette elettroniche contenenti nicotina", afferma in un breve articolo sulla rivista medica britannica The Lancet, John Newton direttore dell'Health Improvement presso Public Health England (PHE).

"E' giunto il momento di riallineare l'approccio a fatti e prove e accettare che le sigarette elettroniche abbiano un ruolo importante da svolgere nel controllo del tabacco" .

Il testo integrale dell'articolo:

In un momento di crisi è particolarmente importante che qualsiasi azione sia informata da una valutazione razionale delle prove scientifiche pertinenti. Lo scoppio in corso della malattia respiratoria associata allo svapo negli Stati Uniti è un esempio significativo. Un problema grave come questo richiede una risposta seria e ben informata.

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie sono attualmente impegnati nella valutazione di informazioni su circa 1300 casi di malattie polmonari, tra cui 26 decessi. L'indagine continua, ma i risultati finora implicano fortemente l'uso di prodotti illeciti di tetraidrocannabinolo nei liquidi di svapo come causa. La diffusione di un lotto di prodotto difettoso potrebbe essere una possibile spiegazione per la sequenza temporale altrimenti inspiegabile e la distribuzione geografica irregolare. 

La risposta appropriata a questo focolaio è sicuramente quella di proseguire l'indagine epidemiologica fino alla sua conclusione, utilizzando i risultati emergenti per cercare di prevenire ulteriori casi e informare gli utenti dei rischi. L'editoriale sull'epidemia, tuttavia, non contiene tali consigli o riflessioni sulla gestione del problema attuale. Invece, gli editori ribadiscono una versione familiare e altamente scettica delle prove generali sul ruolo delle sigarette elettroniche nel controllo del tabacco.

È un peccato che questi tragici eventi vengano utilizzati per promuovere la restrizione globale delle sigarette elettroniche contenenti nicotina. Prove da studi controllati randomizzati supportano l'uso di sigarette elettroniche come aiuto per smettere di fumare. Decine di migliaia di fumatori sembrano usare sigarette elettroniche per smettere di fumare, e c'è consenso internazionale sul fatto che l'uso delle sigarette elettroniche sia probabilmente molto meno dannoso del fumo di tabacco.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche