Nuovo sistema  Philips Morris per riscaldare e non farlo bruciare. Si può parlare di Sigaretta elettronica? Vediamolo insieme...

Partiamo con il dire cos'è prendendo spunto dal sito web ufficiale www.iqos.it

 

IQOS™ ("I Quit Ordinary Smoking") è un sistema rivoluzionario che riscalda il tabacco invece di bruciarlo, generando un aerosol che permette ai fumatori adulti di apprezzare l'autentico gusto del tabacco. Il sistema IQOS™, rispetto a una sigaretta, consente un'esperienza più pulita perché non crea combustione, né cenere e genera meno odore rispetto ad una sigaretta. Funziona con le HEETS cartucce con tabacco da inserire nel dispositivo. Sarà vero?

IL FUNZIONAMENTO

Il meccanismo moderno di questa Pseudo-sigaretta (perchè non si può definire sigaretta elettronica ma neanche una sigaretta analogica) si divide in due parti:

- una parte hardware dedicata all'elettronica dove il tabacco viene scaldato che essenzialmente non brucia ma crea (permettetemi la dicitura) "Vapore di tabacco" PRATICAMENTE NON PRODUCE NEANCHE FUMO.

- una parte invece classica che contiene il tabacco lavorato ed il filtro.

Il tabacco riscalda facendo evaporare il sapore e le sostanze che essenzialmente sono solo quelle contenute nel tabacco stesso in quanto quelle derivanti dalla combustione dovrebbero o sono praticamente assenti. Secondo allora le promesse fatte i danni dovrebbero essere contenuti o a dir poco limitati.

SPECIFICHIAMO SUBITO CHE AD OGGI LE SIGARETTE DA INSERIRE NELLA IQOS SONO FATTE APPOSITAMENTE PER TALE DISPOSITIVO.

GLI STUDI

Nel gennaio del 2016 la Rivista On-line TestMagazine pubblica un articolo sulla nuova generazione di sigarette spiegando in maniera esatta il funzionamento della IQOS e gli studi effettuati. Evidentemente (citando le parole dell'articolo) queste nozioni sul sito web hanno suscitato scalpore anche nella multinazionale che ha prettamente risposto alla rivista.

Nel febbraio del 2016 la Rivista On-line TestMagazine pubblica la lettera inviata alla redazione (visibile quì) dove sono spiegate alcune "secondo loro" nozioni errate sia sugli studi che sulle spiegazioni. La rivista risponde con dubbi e perplessità che normalmente un consumatore si chiede e non richiamando problematiche o meno legate alla cattiva informazione. 

LE CONCLUSIONI

Tralasciando meritocrazie scientifiche che possono meno dare adito ad equivoci noi di skyvape poniamo le seguenti conclusioni avendo studiato a fondo sia gli articoli inerenti alla IQOS in contrapposizione alla sigaretta analogica e a quella elettronica.

Pertanto si evince che:

- Nella sigaretta analogica "o normale" le sostanze presenti sono all'incirca 4800, da come si evince da studi e studi fatti da persone più importanti e preparate di noi, i quali nella maggior parte si presentano o si emanano dalla combustione, quel processo di bruciatura che fa veramente male al corpo umano.

- Nella sigaretta "elettronica" o E-cig, è nettamente spiegato e provato da una miriade di studi che potrebbe (essendo ancora non esatto il termine NON FA MALE) far male o non male al corpo umano; di sicuro possiamo dire con certezza senza diritti di replica che l'espressione giusta da dire è: LA SIGARETTA ELETTRONICA DA MENO MALE DELLA SIGARETTA ANALOGICA.

- Nella IQOS o nelle sigarette che in futuro utilizzeranno questo sistema il problema della combustione viene evidentemente evitato ma i componenti del tabacco o quelli usati per l'elaborazione delle specifiche sigarette usate c'è e ci sarà sempre. PERTANTO NON SI PUO' DIRE CHE NON FA MALE MA FA MENO MALE DELLA SIGARETTA ANALOGICA.

Pertanto: prendendo come base o punto di riferimento la sigaretta analogica "o classica" possiamo dire che:

LA SIGARETTA ELETTRONICA SE USATA CON COSCIENZA FA MENO MALE DELLA SIGARETTA NORMALE 

LA SIGARETTA A BRUCIATURA FA MENO MALE DELLA SIGARETTA NORMALE

Queste le due constatazioni che ci permettiamo di fare e che potranno chiarire l'utilizzo e il funzionamento di questa NUOVA SIGARETTA che di sicuro POTREBBE O MENO essere paragonata alla E-cig.