E' un'indagine nazionale che valuta i tassi di fumo tra gli studenti canadesi che fornisce un quadro completo di informazioni per affrontare i problemi sociali.

Questa indagine valuta non solo il tasso di fumo e di alcool ma anche il consumo di stupefacenti tra gli studenti canadesi. Condotta tramite un sondaggio per conto di "Health Canada" dal "Center for the Advancement of Population Health Propel of the University of Waterloo", si sono raccolte informazioni da più di 52.000 studenti 8un campione rappresentativo di oltre 2 milioni presenti in Canada).

Il Canada sta continuando a prendere provvedimenti per affrontare il problema del fumo tra i canadesi e gli investimenti per il 2018 sono dedicati a migliorare la strategia di controllo del tabacco per ridurre le malattie e la morte legate ad esso.

Il sondaggio mette in evidenza che c'è stato un declino generale tra gli studenti nell'uso dei prodotti legati al tabacco durante il mese antecedente al sondaggio stesso. Questa riduzione dal 12% al 10% rappresenta un calo significativo e un risultato incoraggiante anche se l'obiettivo della riduzione del 5% entro il 2035 sembra essere ancora lontano.

Il 10% degli studenti ha riferito di aver usato una sigaretta elettronica sempre nel mese antecedente rilevando un aumento del 6% di utilizzo rispetto al 2014/2015. Anche il consumo di cannabis è rimasto stabile attestandosi al 17% che non è cambiato negli anni antecedenti.

Ginette Petitpas Taylor (Ministro della Salute) afferma :

"Apprezziamo tutti la salute della gioventù canadese. Come attivista di lunga data, comprendo le difficoltà di incoraggiare i giovani a prendere in considerazione abitudini di buona salute. Questo sondaggio ci aiuta a capire dove dobbiamo fare di più per supportare i giovani a fare scelte più sane. Fornisce una solida base di prove per le nostre politiche e azioni future per affrontare i problemi relativi all'uso di tali sostanze tra i giovani canadesi.'"