Un'idea innovativa della FDA  che vorrebbe che le sigarette elettroniche siano dotate di un sistema biometrico per l'accensione e lo spegnimento.

Le scansioni digitali sono oggi all'ordine del giorno; dagli smartphone ai televisori agli elettrodomestici in casa o al computer. Questa tecnologia potrebbe portare a far diventare il sistema "biometrico a riconoscimento d'impronta" uno standard per i dispositivi del settore.

E' la FDA (Food and Drug Administration) statunitense che sta spingendo per quanto riguarda la sicurezza delle sigarette elettroniche e con questo sistema potrebbe essere necessario sbloccare il dispositivo eseguendo una semplice scansione per poi successivamente - nello stesso modo - riaccenderlo.

Ogni idea innovativa si sa ha dei sostenitori e degli oppositori. Non tutti in effetti sono d'accordo sul fatto che sia effettivamente una'idea geniale. Nonostante la disapprovazione di alcuni appassionati di vaping, la protezione biometrica sulle sigarette elettroniche potrebbe diventare presto realtà o addirittura un requisito obbligatorio. 

La FDA vuole che le sigarette elettroniche siano dotate di questa tecnologia per evitare che vengano utilizzate da utenti diversi dal proprietario:

La misura ha lo scopo di proteggere i bambini, fornendo un meccanismo di blocco sicuro che impedisca loro di utilizzare quella di altri, il che è illegale per i minori.

Mentre questo nuovo sviluppo tecnologico può sembrare futuristico, queste misure di sicurezza erano previste nei testi legali della stessa FDA che ha trattato il problema fin dalle sue prime bozze, pianificando "l'uso di misure biometriche di sicurezza"; questa misura renderebbe - se approvata - illegali quasi tutti i modelli attuali.

Mentre la misura, definita nell'emendamento Cole-Bishop, era prevista nel 2007 ma non è mai entrata in vigore, potrebbe essere ripresa dalla FDA. L' autorità per la salute pubblica vuole estendere questa funzionalità di sicurezza a tutti i dispositivi di vaping, il che renderebbe illegali molti dei modelli attuali.

Dato il notevole attrito di FDA riguardo al vaping molti vedono questa nuova formulazione come un attacco all'industria stessa. Ad oggi sono già disponibili alcuni prototipi come ad esempio in Florida con Vapor Corp , e potrebbero presto arrivare in Europa.