L'impatto del vaping ad alte temperature non provoca danni sulle cellule endoteliali, rigidità arteriosa e lo stress ossidativo qualsiasi effetto è attribuibile esclusivamente alla presenza di nicotina.

Effettuato dall' Univerisità di Libre di Bruxelles il team (proveniente da vari dipartimenti) del dott. Martin Chaumont ha osservato che diversi studi affermavano di riscontrare disfunzioni entoteliali, squilibrio dello stress ossidativo e aumento della rigidità arteriosa dovete al vaping. 

Questo nuovo rapporto "Differential Effects of E-cigarette on Microvascular Endothelial Function, Arterial Stiffness and Oxidative Stress: a Randomized Crossover Trial" - derivante dallo studio - evidenzia che tali affermazioni sono del tutto prive di fondamento (come già smentito in passato anche da altri studiosi come Peter Hajek) in quanto "la nicotina è un alcaloide che aumenta la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca e induce la vasocostrizione attraverso meccanismi come rilascio di catecolamine e disfunzione endoteliale".

In genere, studi precedenti hanno esaminato l'impatto delle colture cellulari sommerse da liquido. Ciò differisce dal fatto che si tratta di uno studio crossover a tre periodi randomizzato a singolo cieco, che usa 25 fumatori occasionali di tabacco che sono stati selezionati sulla base della loro eccellente tolleranza al vaping. (PlanetofVapers.co.uk)

I soggetti sono stati sottoposti a tre fasi:

  1. Vaping senza nicotina;
  2. Vaping con nicotina;
  3. Vaping a dispositivo spento.

I soggetti hanno preso venticinque ispirazioni della durata di 4 secondi e utilizzando più di 1,5 ml di e-liquid. Inoltre, è importante notare che il team ha optato per l'utilizzo dell'attrezzatura attualmente più diffusa, impostata a 60 W con resistenze da 0,4 ohm. I soggetti sono stati sottoposti a "condizioni di vaping intenso", selezionati per massimizzare la "capacità di rilevare qualsiasi effetto dannoso sulla microcircolazione, rigidità arteriosa, parametri emodinamici e stress ossidativo".

"Nei fumatori giovani e in buona salute, l'esposizione acuta alla vaporizzazione ad alta temperatura di una miscela PG / VG senza nicotina (50:50) non altera la funzionalità del microcircolo così come la rigidità arteriosa e l'ossidazione stress. Considerando lo stesso mix più nicotina diminuisce funzione endoteliale-dipendente microcircolatoria, aumenta la rigidità arteriosa provocando un aumento di sostenimento della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca e aumento mieloperossidasi plasmatica. "

Il tutto notano che la dimensione del campione preso in considerazione era piccola e che "gli studi sui farmaci a base di nicotina indicano che i rischi sono bassi rispetto al fumo di sigaretta", lo studio sottolinea come non sono - oltremodo - state prese in considerazione problematiche alle vie aeree superiori e inferiori e7o persone con un rischio cardiovascolare maggiore o malattie polmonari.

Infine, hanno evidenziato che le loro indagini riproducono l'impatto del vaping ad alta intensità per un breve periodo, mentre la maggior parte delle persone che usa i dispositivi "vaping"  mentre la maggior parte dei vapers  ispirazioni molte più volte durante la giornata, consumando una media di 4 ml di liquido al giorno. 

Il team ha concluso: "Il nostro studio rivela una nuova scoperta , la vaporizzazione e l'inalazione liquido ad alta temperatura delle sigarette elettroniche nei fumatori occasionali non altera la funzione endoteliale micro e macrovascolare, così come lo stress ossidativo. Questi effetti sono semplicemente attribuibili alla nicotina presente nell'e-liquid. "

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

           

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.