Il ministro della salute australiano Greg Hunt, ha finalmente avviato uno studio indipendente che esamina l'impatto sulla salute delle sigarette elettroniche contenenti nicotina.

I parlamentati australiano del partito liberale stanno cercando di rovesciare l'attuale divieto riguardante le sigarette elettroniche in quanto in Australia i dispositivi sono legali ma l'uso delle ricariche con nicotina non lo è. 

Lo scorso martedì, durante una riunione, diversi parlamentari hanno sollevato la questione "sigarette elettroniche" affermando che esiste un ampio sostegno all'interno del governo per legalizzare i dispositivi contenenti nicotina. La discussione è stata avviata dal liberale Trent Zimmerman del New South Wales, che all'inizio di quest'anno ha presieduto un'inchiesta parlamentare incaricata di esaminare l'uso della sigaretta elettronica.

"Mentre le prove sulle sigarette elettroniche stanno ancora emergendo, vi sono chiare indicazioni che le sigarette elettroniche sono significativamente meno dannose per la salute umana delle sigarette tradizionali." ha commentato Zimmerman ad inzio anno - "Se i fumatori che sono stati incapaci di smettere passano alle sigarette elettroniche  migliaia di vite potrebbero essere salvate. "

Zimmerman ha sollevato nuovamente il problema martedì ed Hunt infine ha accettato di avviare uno studio indipendente basato su prove scientifiche. La ricerca sarà probabilmente intrapresa dal National Center for Epidemiology and Population Health presso l'Australian National University.

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.