Juul evidenzia come le aromatizzazioni alla menta e al mango sono le principali scelte per la cessazione basandosi su due studi effettuati negli Stati Uniti su una indagine condotta dal CSUR del Regno Unito.

Due recenti studi comportamentali basati sull'indagine condotta dal Centro per la ricerca sull'uso di sostanze (CSUR), un centro di ricerca indipendente, con sede nel Regno Unito, di clienti online e al dettaglio, indicano che i JUULpod non aromatizzati al tabacco stanno aiutando i fumatori a passare alle sigarette elettroniche lasciandosi dietro le sigarette convenzionali. Dopo 90 giorni di utilizzo di JUUL, i fumatori che hanno utilizzato principalmente la menta o il mango hanno dimostrato rispettivamente i più alti tassi di cessazione dalle sigarette..

"Come parte del nostro piano d'azione per combattere l'uso giovanile dei nostri prodotti, abbiamo smesso di accettare ordini al dettaglio per le pod alla menta o mentolo e aromi non al tabacco il 13 novembre 2018. Continuiamo a venderli solo su  JUUL.com , che dispone di un sistema di verifica dell'età innovativo che limita le vendite di tutti i prodotti alle persone di età pari o superiore a 21 anni, oltre a impedire gli acquisti in blocco." - commenta Juul sul sito ufficiale.

JUUL Labs ha incaricato il CSUR di progettare, amministrare e analizzare autonomamente i risultati sia per gli studi di e-commerce che per quelli di vendita al dettaglio. Ai partecipanti allo studio è stato chiesto di riportare l'uso dell'aroma primario di utilizzo per ogni punto del follow-up. Un confronto tra i tassi di cambio a 90 giorni di utilizzo di JUUL, tra prodotti aromatizzati, mostra variazioni nelle percentuali di passaggio per aroma.

Per lo studio al dettaglio, gli inviti a completare un sondaggio online sono stati inseriti nelle confezioni di JUUL Starter Kits, che sono stati poi distribuiti casualmente a circa 10.000 rivenditori di negozi autorizzati. I primi 7.823 che si sono qualificati per lo studio sono stati presi in considerazione.

Per lo studio sull'e-commerce, gli inviti a completare un sondaggio online sull'uso di sigarette, prodotti JUUL, altre sigarette elettroniche e prodotti, sono stati inviati a circa 37.536 utenti statunitensi di età pari o superiore a 21 anni che avevano recentemente acquistato il kit iniziale JUUL da JUUL.com e acconsentito a essere contattato da JUUL Labs.

Il primo studio ha preso in considerazione 7.823 fumatori statunitensi che hanno acquistato JUUL Starter Kits nei punti vendita al dettaglio. Tra i 4.260 intervistati che hanno completato la valutazione di follow-up nei successivi 90 giorni, i fumatori che hanno utilizzato principalmente mango e menta hanno dimostrato i tassi di cessazione più alti. Il 58% degli utenti grazie al mango e il 61% degli utenti grazie alla menta hanno completamente smesso di fumare nei 30 giorni successivi all'acquisto. Comparativamente, il 40% degli utenti che hanno preferito la menta e il 34% degli utenti che hanno usato aromatizzazioni al tabacco hanno dimostrato di aver cessato di fumare negli ultimi 30 giorni del follow-up.

Il secondo studio ha, invece, preso in considerazione 7.633 fumatori che hanno acquistato negli Stati Uniti JUUL Starter Kits attraverso la piattaforma di e-commerce di JUUL.com. Dei 5.012 intervistati che hanno completato la valutazione di follow-up di 90 giorni, coloro che hanno utilizzato principalmente l'aroma alla menta, hanno dimostrato di nuovo i più alti tassi di commutazione, con il 47% degli utenti che ha completamente lasciato le sigarette tradizionali negli ultimi 30 giorni. Di coloro che hanno utilizzato principalmente il mango, il 45% degli intervistati ha mostrato similitudini di cessazione come quelli che hanno usato la menta. Il tasso di cessazione nei 90 giorni più basso per i fumatori è stato osservato tra gli utenti che hanno utilizzato il Classic Tobacco al 18%.

In entrambi gli studi la menta ed il mango hanno dimostrato i tassi di cessazione più alti. Nello studio al dettaglio, il 26% degli intervistati che sono passati dopo 90 giorni ha utilizzato principalmente mango e il 24% ha utilizzato principalmente la menta. Analogamente, nello studio sull'e-commerce, il 27% degli intervistati che ha cambiato dopo 90 giorni ha utilizzato principalmente mango e il 22& principalmente utilizzato menta. 

"Questi risultati si aggiungono a un crescente numero di studi scientifici che confermano che gli aromi non al tabacco aumentano la percetuale di cessazione", ha affermato il dott. David B. Abrams, professore di scienze sociali e comportamentali presso il NYU College of Global Public Health. "I fumatori che trovano un'alternativa soddisfacente alle sigarette hanno maggiori probabilità di cambiare se il loro dispositivo di vaporizzazione aiuta a dimenticare il gusto e l'odore delle sigarette stesse".

"Gli aromi sono un elemento essenziale per incoraggiare il passaggio alle sigarette elettroniche e abbiamo bisogno di norme che si concentrino su un'analisi di rischio-beneficio piuttosto che perpetuando inavvertitamente un'epidemia", ha affermato David Sweanor del Center for Health Law, Policy and Ethics presso l'Università di Ottawa.

Un'analisi approfondita dei dati di entrambi gli studi è stata presentata dal CSUR ad una rivista medica per una successiva revisione.