Uno studio condotto dai ricercatori della American University of Rutgers mostra che fumare un pacchetto al giorno riduce la capacità di percepire forme e colori.

"Gli effetti di sostanze tossiche nel fumo di sigaretta sul sistema vascolare potrebbero essere la causa della riduzione della capacità di distinguere forme e colori" è il nuovo studio presentato dai ricercatori della American University of Rutgers i cui risultati sono stati pubblicati sul Psychiatry Research. Nessun rischio di riduzione della propria capacità di percepire forme e colori è stato riscontrato fino ad oggi sull'utilizzo delle sigarette e nessuno studio è stato effettuato.

Lo studio si basa sulla partecipazione di 134 volontari: 71 non fumatori e 63 fumatori, che consumano un pacco medio giornaliero. Durante la ricerca, hanno dovuto guardare un monitor situato a 1,50 metri da loro, nel frattempo, i ricercatori hanno analizzato la visualizzazione delle forme e dei colori presentati sullo schermo nonché la capacità di distinguere i livelli di contrasto delle colorazioni.

Gli scienziati hanno scoperto che i fumatori hanno più difficoltà a percepire i contrasti e i colori rispetto ai non fumatori. Anche la loro percezione degli assi di colore rosso-verde e blu-giallo è risultata alterata. Pertanto i ricercatori hanno anche confermato che, secondo i parametri elaborati dello studio, nel tempo, i prodotti tossici presenti nel fumo di sigaretta potrebbero causare una completa perdita di visione dei colori nei fumatori.

Secondo Steven Silverstein, uno dei co-autori, il degrado della vista può essere correlato agli effetti negativi del fumo sul sistema vascolare: i vasi sanguigni e i neuroni presenti nella retina vengono danneggiati, causando danni alla visione. L'altra ipotesi è legata al cervello: è noto che la sigaretta danneggia una delle aree cerebrali responsabili della vista. Questa non è la prima volta che vengono presi in considerazione i problemi relativi al tabacco riguardanti la vista dei fumatori; in un precedente studio si era già notato un raddoppio del rischio di degenerazione maculare (AMD) nei soggetti che fumavano. 

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.