Un nuovo studio pubblicato su Nicotine and Tobacco Research afferma che l’uso quotidiano della sigaretta elettronica aumenta il successo nell’abbandono delle sigarette tradizionali.

Molto spesso gli studi sulla sigaretta elettronica vengono condotti specificatamente sulle proprietà dei liquidi utilizzati e sulla tossicità di questi ultimi, inoltre seppur vengano condotti (quasi) ogni giorno studi sul settore, molto raramente sentiamo parlare di studi volti a comprendere la miglior modalità di utilizzo, soprattutto nel primo periodo, per un fumatore che vuole abbandonare le sigarette tradizionali.

Per dare una risposta a questo interrogativo, Sara Kalkhoran del Massachussetts General Hospital di Boston e il suo team hanno condotto un’indagine che ha compreso alcuni dati rilevati in precedenza, dati che riportavano un campione di fumatori che aveva dichiarato di utilizzare la sigaretta elettronica. Nello specifico, dei soggetti sopracitati, solo un misero 3,6% utilizzava la sigaretta elettronica ogni giorno, il 18% saltuariamente e ben il 78% non la usava proprio.

A distanza di un anno, i ricercatori hanno nuovamente intervistato le persone che avevano dichiarato di utilizzare costantemente la sigaretta elettronica e quelle che la utilizzavano saltuariamente. I risultati hanno evidenziato che dei soggetti utilizzatori quotidiani del dispositivo a danno ridotto, ben il 63% continuava a farne uso e aveva definitivamente abbandonato la sigaretta tradizionale, i restanti avevano addirittura smesso anche di utilizzare la sigaretta elettronica.

Questo sottolinea come l’uso quotidiano della sigaretta elettronica può aiutare in maniera sostanziale le persone ad abbandonare definitivamente il tabacco, basterebbe semplicemente che studi come questo venissero maggiormente posti sotto la luce dei riflettori e magari sponsorizzati da alcune figure importanti nella medicina o ancor meglio nella politica.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.