Un nuovo studio dell'Università dell'Ohio mostra che le E-cig, pur essendo ancora tossiche, sono meno dannose delle sigarette tradizionali.

Pubblicato Sabato sulla rivista On-line MedicalXpress (Colleen Carow - https://medicalxpress.com/news/2018-01-vaping-lung-fluids.html il nuovo studio a cura dell'Università dell'Ohio che mostra  Amir Farnoud, professore associato di Ingegneria chimica e biomolecolare presso il Russ College of Engineering and Technology e il suo team, protagonisti di questo nuovo studio che ha esaminato il modo in cui i dispositivi elettronici alimentati a batteria erogano la nicotina riscaldando un liquido interagiscono con il tensioattivo polmonare [Il surfattante polmonare o, più propriamente, surfactant (dall'acronimo inglese SURFace ACTive AgeNT) è un complesso tensioattivo fosfolipoproteico (cioè composto da lipidi e, in minor misura, da proteine), secreto dalle cellule alveolari (pneumociti) di classe II. Le proteine ed i lipidi che compongono il surfactante presentano sia una regione idrofila che una regione idrofoba. La componente lipidica principale del surfactante è la dipalmitoilfosfatidilcolina (DPPC), una molecola in grado di ridurre la tensione superficiale ponendosi all'interfaccia aria-acqua a livello alveolare, con la componente idrofilica di testa rivolta verso l'acqua e la parte idrofoba della coda rivolta verso l'aria.) - da wikipedia.org].

Il tensioattivo polmonare è una miscela di lipidi e proteine che allinea la regione alveolare dei polmoni, riducendo la tensione superficiale del fluido alveolare, prevenendo il collasso del polmone e diminuendo quindi il lavoro respiratorio. Le particelle molto piccole nel vapore di sigaretta elettronica possono raggiungere in profondità i polmoni. Un certo numero di studi si sono concentrati su come le sigarette elettroniche influenzano le cellule delle vie respiratorie polmonari o dei polmoni profondi, ma il team dell'università  voleva vedere se il vapore della sigaretta elettronica influisce sulla capacità del tensioattivo di ridurre la tensione superficiale.

Il team ha scoperto che il catrame bruciato, un ingrediente trovato nelle sigarette convenzionali, era specificamente dannoso per il tensioattivo polmonare, ma che le particelle nei vapori delle E-cig non influenzano il normale funzionamento del tensioattivo perché le sigarette elettroniche implicano la vaporizzazione, non la combustione. D'altra parte, le sigarette convenzionali hanno significativamente inibito la capacità del tensioattivo di ridurre la tensione superficiale.

"Almeno sappiamo che il primo strato protettivo non ne risentirà", ha detto Farnoud, aggiungendo che i risultati non escludono completamente il potenziale tossico delle sigarette elettroniche - al MedicalXpress.

I ricercatori hanno esposto sia i vapori di sigarette tradizionali e quelli delle sigarette elettroniche all'estratto di surfattante polpare di polpaccio (Infasurf, ONY Inc.), che viene utilizzato per trattare i neonati pretermine che devono ancora vedere il formarsi del tensioattivo. Lo studio ha incluso tre diversi gusti di e-liquid (tabacco, bacche e menta), poiché è stato dimostrato che diverse aromatizzazioni di e-liquid producono diversi prodotti chimici nei vapori di e-sigaretta .

"C'è molto interesse a capire che cosa fanno le E-cig per la salute polmonare", ha detto Farnoud - continuando al MedicalXpress, sottolineando che il vapore deve prima passare attraverso il tensioattivo prima di raggiungere le cellule polmonari profonde.

Lo studio, dal titolo "Il vapore elettronico delle sigarette altera la struttura laterale ma non le proprietà tensiometriche del tensioattivo polpaccio polpaccio ", è stato pubblicato per la prima volta sulla rivista Respiratory Research .