Vi è un consenso sul fatto che le sigarette elettroniche siano più sicure delle sigarette tradizionali, dal momento che le sigarette elettroniche non contengono tabacco e quindi catrame, in assenza di combustione, con alcuni che le stimano circa il 95% più sicure.

"Vi è un consenso sul fatto che le sigarette elettroniche siano più sicure delle sigarette tradizionali, dal momento che le sigarette elettroniche non contengono tabacco e quindi catrame,  in assenza di combustione, con alcuni che le stimano circa il 95% più sicure, sebbene gli effetti a lungo termine delle sigarette elettroniche non abbiano stato istituito ", cita The Health Survey for England (HSE) illustrando le attuali tendenze del fumo.

L'HSE fornisce informazioni sugli adulti di età pari o superiore a 16 anni e sui ragazzi da 0 a 15 anni monitorandone le tendenze sulla salute. Il sondaggio consiste in un'intervista, seguita da una visita di un'infermiera che effettua alcune misurazioni e prelievi di campioni di sangue e saliva. Adulti e ragazzi di età compresa tra 13 e 15 anni sono stati intervistati di persona e i genitori di ragazzi di età compresa tra 0 e 12 anni hanno risposto a nome dei propri figli su svariati argomenti. I ragazzi di età compresa tra 8 e 15 anni hanno compilato un opuscolo sul loro comportamento riguardo al bere e fumare; nell'ambito del processo di monitoraggio dell'HSE, agli adulti sono state poste domande sull'uso delle sigarette elettroniche dal 2013.

Il documento dell'HSE, oltre a rilevare che il governo mira a ridurre la percentuale di adulti che fumano al 12% o anche meno entro la fine del 2022, afferma che:

"Il rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità sull'epidemia globale del tabacco ha dichiarato che l'uso del tabacco rimane la principale causa di malattie prevenibili e morte prematura in Inghilterra e in tutto il mondo [ link ]" e che "l'uso del tabacco ha contribuito a circa il 20% di decessi negli uomini e il 12% dei decessi nelle donne di età superiore ai 35 anni in Inghilterra nel 2017 [ link ]. "

Il rapporto afferma che l'attuale fumo tra gli adulti è costantemente diminuito dal 27% nel 1993 al 17% nel 2018. La percentuale di adulti che non hanno mai fumato regolarmente è aumentata dal 46% al 58% nello stesso periodo. Riguardo alle sigarette elettroniche il 6% di tutti gli adulti era attualmente utilizzatore; 8% uomini e 5% donne. Il 18% degli attuali fumatori di sigarette erano attuali consumatori di sigarette elettroniche e il 36% non aveva mai usato sigarette elettroniche. Quasi tutti (95%) degli adulti che non hanno mai fumato regolarmente sigarette e non hanno mai usato sigarette elettroniche.

La percentuale di ragazzi di età compresa tra 8 e 15 anni che hanno, almeno una volta fumato, è diminuita, dal 19% nel 1997 al 4% nel 2018.

Sulla base dei dati del 2017 e del 2018 combinati: il 7% dei ragazzi di età compresa tra 8 e 15 anni aveva usato una sigaretta elettronica. Ciò è aumentato con l'età, da meno dell'1% tra 8 e 10 anni, al 2% tra 11 e 12 anni e il 15% tra 13 e 15 anni.

"Accogliamo con favore i risultati del sondaggio secondo cui il fumo nei ragazzi e più in generale nei giovani è diminuito", ha affermato Hannah Walsh, portavoce della British Society of Pediatric Dentistry. "La prova che il fumo danneggia la salute orale è ben consolidata. Riteniamo che sia una parte importante fornire consigli sulla cessazione del fumo. Laddove un giovane è evidentemente un fumatore, bisogna segnalarlo al servizio giusto per ottenere l'aiuto di cui ha bisogno per smettere di fumare. La scala del calo del numero di ragazzi che fumano evidenziata in questo sondaggio non può che essere gradita ”.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche