Un nuovo studio del dott. Farsalinos ha esaminato il legame tra l'uso di sigarette elettroniche e la cessazione del fumo nell'Unione europea. La sigaretta elettronica rimane uno strumento efficace per smettere di fumare.

Un nuovo studio sulle sigarette elettroniche è stato condotto dal cardiologo Konstantinos Farsalinos e Anastasia Barbouni del dipartimento di sanità greca. L'obiettivo dello studio era di esaminare l'associazione tra l'uso di sigarette elettroniche e la cessazione del fumo nell'Unione europea (UE) nel 2017 in base alla frequenza d'uso delle sigarette elettroniche e al durata della cessazione dal fumo.

Lo studio è stato condotto sotto forma di un sondaggio trasversale dei cittadini dell'UE, rappresentativi della popolazione (Eurobarometro speciale 458). I partecipanti al sondaggio sono stati 13.057 cittadini dell'UE di età superiore ai 15 anni (6.904 fumatori attuali e 6.153 ex fumatori).

"Non sorprende che, in accordo con altri studi, abbiamo trovato una forte associazione tra l'attuale uso quotidiano di sigarette elettroniche e l'essere un ex (piuttosto che un attuale) fumatore. In particolare, abbiamo scoperto che l'uso quotidiano di sigarette elettroniche era associato a una probabilità 5 volte maggiore di smettere di fumare nel 2015-2017 e a probabilità 3 volte più elevate di smettere di fumare nel 2012-2015. Un'altra scoperta importante dello studio è stata che l'uso di sigarette elettroniche era estremamente raro tra gli ex fumatori che avevano smesso prima della disponibilità di sigarette elettroniche, dimostrando che le sigarette elettroniche non si traducono in una ricaduta in un'abitudine inalatoria per questi ex fumatori."

"Lo studio fornisce ulteriori prove del fatto che i fumatori che non sono in grado o non sono disposti a smettere con altri metodi approvati dovrebbero essere incoraggiati a passare alle sigarette elettroniche. Sfortunatamente, l'attuale ambiente globale è così intimidatorio che i fumatori ne sono scoraggiati dall'uso mentre i vapers ricadono nel fumo a causa della paura per la loro salute. Questa è ironia ed è in completo disaccordo con la ricerca sul profilo di sicurezza / rischio delle sigarette elettroniche e l'efficacia dei sostituti del fumo. Sfortunatamente, le emozioni, il dogmatismo e la politica stanno attualmente prevalendo sulle prove scientifiche, e questo è dannoso per la salute pubblica. Spero che le autorità europee prenderanno in considerazione gli studi attuali e molti altri e prendano le misure appropriate per affrontare la disinformazione sulle sigarette elettroniche."

Nell'articolo che presenta lo studio, il dott. Farsalinos sottolinea che la sigaretta elettronica è uno strumento di cessazione che si è dimostrato valido in Europa e che i fumatori che non possono o non vogliono usare altri metodi dovrebbero essere incoraggiati ad usarla. Deplora che non è così, sottolineando le paure infondate dovute alla disinformazione.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche