Lo studio trasversale che aveva concluso che l'uso di sigarette elettroniche raddoppiavano le possibilità di avere un infarto è stato ritirato.

Lo studio, intitolato "Electronic Cigarette Use and Myocardial Infarction Among Adults in the US Population Assessment of Tobacco and Health", che ha destato molti sospetti in quanto appoggiato da Stanton Glantz, pubblicato nel Journal of American Heart Association, è stato ritratto.

Lo studio trasversale ha utilizzato i dati dell'indagine di base di la valutazione della popolazione sul tabacco e sulla salute raccolti nel 2013-2014, per cercare una relazione tra l'uso di e-cig e gli attacchi di cuore. Gli autori dello studio avevano concluso che l'uso di sigarette elettroniche ha raddoppiato le possibilità di avere un infarto. Diversi esperti di salute erano contrariati evidenziando la premessa errata di tale affermazione.

"... il problema di trarre una conclusione causale da questo studio trasversale è che non c'è modo di sapere quale sia venuto per primo: lo svapo o l'attacco di cuore." commentava a suo tempo il Dr. Michael Siegel

“Se questo è il caso, allora non è lo svapo che sta causando gli attacchi di cuore. In epidemiologia, chiamiamo questa "causalità inversa", ed è una limitazione comune degli studi trasversali, specialmente quando non chiedono il corso del tempo di esposizioni ed esiti ".

"Sulla base di quella che ho visto come una probabile possibilità di causalità inversa e dell'incapacità dello studio di determinare se lo svapo ha effettivamente preceduto gli attacchi di cuore, ho sostenuto che i ricercatori sono andati troppo oltre nelle loro conclusioni e che, di fatto, lo studio non fornisce prove del fatto che lo svapo causi infarti ”, ha concluso Siegel.

 

In linea con gli argomenti di Siegel, dopo essersi resi conto che lo studio non aveva tenuto conto di queste informazioni, il Journal of American Heart Association ha deciso di ritirare lo studio. Quando i revisori si sono imbattuti in questa domanda, ovviamente senza risposta, durante la revisione tra pari, hanno chiesto agli autori di utilizzare dati aggiuntivi per rispondere a questa preoccupazione.

In risposta a questa richiesta, gli autori hanno fornito alcune analisi aggiuntive, tuttavia i revisori non sono stati in grado di confermare che gli autori avevano compreso e rispettato la richiesta prima dell'accettazione dell'articolo per la pubblicazione. Dopo la pubblicazione, i redattori hanno chiesto agli autori dello studio di condurre l'analisi sulla base di quando gli intervistati avevano iniziato a usare le sigarette elettroniche e, mentre gli autori hanno accettato di rispettare, hanno affermato di non poter rispettare il termine stabilito poiché non erano in grado di accedere alla banca dati precedente.

Non c'è mai stato un esempio più chiaro di "cattiva condotta scientifica", ed è stato corretto ritirare il documento. Forse le riviste ci penseranno due volte prima di pubblicare ulteriori lavori di Stanton Glantz - anche se ora gli è stato proibito di utilizzare eventuali dati, non ce ne saranno molti nel prossimo futuro.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche