Una donna di 18 anni presentatasi al pronto soccorso per un problema respiratorio, utilizzava le sigarette elettroniche per smettere di fumare, gli viene diagnosticato il "Polmone Bagnato"

Il caso preso in esame dalla rivista Pediatrics riguarda una cameriera che presentatasi al pronto soccorso per problemi respiratori viene prontamente ricoverata. Il caso risalente al 2017 (ma non si sa come portato oggi alla luce dai media) viene studiato dai medici con questa conclusione:

In questo caso, evidenziamo la polmonite da ipersensibilità come rischio per la salute potenzialmente pericoloso per la vita di un adolescente che usa le sigarette elettroniche. Sebbene si sappia poco sui rischi per la salute delle sigarette elettroniche, specialmente nei bambini e negli adolescenti, il loro uso sta crescendo rapidamente. Ciò dovrebbe spingere i pediatri a discutere i potenziali danni derivanti dall'uso della sigaretta elettronica con i loro pazienti. Polmonite da ipersensibilità, polmonite lipidica e polmonite eosinofila devono essere incluse nella diagnosi differenziale dei pazienti che presentano sintomi respiratori dopo l'uso ditali dispositivi.

La notizia che analizza la storia di questa donna che svapava da circa tre settimane ha imputato subito la colpa all'uso delle sigarette elettroniche dicendo appunto che la stessa risultava prima del loro utilizzo in ottima salute, soffrendo di cattiva respirazione, insieme a tosse e dolore al petto che peggioravano quando faceva respiri profondi.

La sindrome del "Polmone bagnato" è un caso molto particolare ;dipende da come il sistema immunitario del corpo reagisce a certe sostanze. Tale condizione è nota anche come polmone degli allevatori di uccelli, polmone del contadino, polmone della vasca idromassaggio e polmone dell'umidificatore: e si può sviluppare per colpa di questa cause:

  • Pellicce animali
  • Condizionatore d'aria, umidificatore e sistemi di ventilazione
  • Cacca di uccello e piume
  • Alimenti contaminati come formaggio, uva, orzo, canna da zucchero
  • Prodotti o materiali industriali contaminati come budelli e sugheri
  • Fluido di lavorazione del metallo contaminato
  • Polveri di latifoglie
  • Mangime di fieno o grano
  • Bagni caldi

Ancora una volta, il polmone bagnato dipende dal sistema immunitario, quindi è possibile essere esposti a queste cose e non avere problemi, dice Raymond Casciari, MD , un pneumologo al St. Joseph Hospital di Orange, in California.

Sì, sarebbe certamente difficile stabilire la frequenza di tali incidenti sulla base di un singolo caso. Ma a causa del fascino straordinariamente brillante del sensazionalismo, questo non sembra aver impedito all'autore di questo "studio" di implicare un certo livello di frequenza non supportato da un singolo caso.

Tuttavia, il dottor Konstantinos Farsalinos si è espresso per la valutazione dei particolari, commentando:

"Questa è la prima volta che vedo un caso clinico spiegato dai media. E' un nuovo caso che favorisce i nemici della sigaretta elettronica. Il "polmone bagnato è ... un'assurdità totale. Il caso riguardava una reazione allergica che causava la polmonite. "

"È stata segnalata una polmonite acuta da ipersensibilità presente tra le 4 e le 6 ore dopo l'esposizione all'antigene catalizzatore. In questo caso può essere indicata la polmonite da ipersensibilità subacuta, ma sembra meno probabile; e la polmonite da ipersensibilità cronica ancora meno. In ogni caso, la condizione può derivare da, come riporta il caso stesso:

"Antigeni da agenti microbici, come fieno ammuffito o cereali (polmone del contadino), o con proteine ​​animali negli escrementi di aviaria (polmone degli allevatori di uccelli)."

Il case report, che può essere letto integralmente qui.