Mercoledì, 13 Marzo 2019 17:28

Usa: JUUL collaborerà con aziende sanitarie ed assicurative

Scritto da Giulio Marangon
Usa: JUUL collaborerà con aziende sanitarie ed assicurative Usa: JUUL collaborerà con aziende sanitarie ed assicurative Skyvape.it

Il marchio statunitense di sigarette elettroniche "JUUL" vuole incentivare i dipendenti delle aziende a smettere di fumare attraverso i suoi prodotti.

Dopo esser entrata a far parte della UK Vaping Industry Association, ovvero la più grande associazione a tutela delle sigarette elettroniche nel Regno Unito, il noto marchio di sigarette elettroniche JUUL con sede a San Francisco ora vuole ritagliarsi una importante fetta di mercato attraverso una nuova campagna pubblicitaria incentrata sulla collaborazione con aziende di tipo sanitario e/o assicurativo.

Nello specifico, il marchio statunitense vuole incentivare i dipendenti di tali aziende a smettere di fumare attraverso i suoi prodotti. Secondo alcune indiscrezioni apparse in rete aventi come fonte la CNBC, la società di sigarette elettroniche starebbe costruendo un vero e proprio “team incentrato sui mercati aziendali”, il quale sarebbe guidato, niente meno che, da Douglas Roberts ovvero l’ex dirigente del Cardinal Healt (società di servizi di assistenza sanitaria), assunto proprio lo scorso anno da JUUL.

L’intento è quello di riuscire ad avere una portata di pubblico maggiore di quella raggiunta sino ad ora, non solo dall’azienda ma anche da tutte le altre facenti parte del settore della sigaretta elettronica ma pur sempre rimanendo all’interno delle restrizioni sulla pubblicità a cui è soggetto il settore. Per fare ciò, oltre alla collaborazione sopra riportata, JUUL sta ampliando la sua gamma di pods precaricate, sia per quanto concerne le aromatizzazioni sia per la concentrazione di nicotina all’interno.

Il passo successivo sarà quello di rivolgersi alle aziende sanitarie e organi dello stesso ambiente che non siano soddisfatti dei prodotti utilizzati per combattere la dipendenza dal fumo. Da sottolineare però che JUUL non ha l’autorizzazione ad affermare che i suoi prodotti siano una valida alternativa o siano più salutari rispetto a quelli convenzionali, ma ciò non impedirebbe ad una azienda di incoraggiare i propri dipendenti a passare all’utilizzo delle sigarette elettroniche fornite dalla società di san Francisco.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

           

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Marzo 2019 17:31