Giovedì, 28 Marzo 2019 13:51

Ribilio: I prodotti Kings Crest da noi distribuiti ed imbottigliati sono conformi agli originali.

Scritto da Fausto Zocco
in foto: Vincenzo Sparacino "Ribilio" in foto: Vincenzo Sparacino "Ribilio" Skyvape.it

Sorto un problema di autenticità dei prodotti (liquidi per sigarette elettroniche) "Kings Crest" non conformi all'originale distribuiti da Ribilio. Vincenzo Sparacino assicura sono autentici.

E' di poche ore la notizia sollevata da un consumatore di possibili liquidi da inalazione "Kings Crest" acquistati in un negozio fisico che riportano un etichetta diversa dagli originali. L'utente ha postato le foto sul noto social network facebook all'interno di un gruppo sollevando non poche problematiche che hanno interessato il distributore stesso in quanto dopo aver contattato, sempre tramite social, il produttore americano, lo stesso ha confermato che i liquidi non sono conformi agli originali.

Vincenzo Sparacino - contattto da Skyvape -  ha confermato che i liquidi acquistati da King Crest e poi imbottigliati successivamente in Croazia è normale che possano avere etichette non del tutto simili ma il contenuto è ugualmente identico.

"Avevo già avvertito precedentemente che si stavano facendo avanti delle aziende che clonavano liquidi da inalazione per i quali siamo distributori, ma non è il nostro caso. Tutti i liquidi da inalazione"

In risposta a coloro che pensano che i nostri King Crest non sono originali:

pubblichiamo foto della fattura di acquisto in Galloni, quindi è logico che sia imbottigliato da noi, il lotto non corrispondente con la casa madre è dovuto al fatto che noi mettiamo un nostro lotto di produzione dal momento che il prodotto viene imbottigliato, non sappiamo ancora perchè King Crest abbia detto una cosa simile, ma ci confronteremo stasera alle 18:30 per chiarimenti. In ogni caso il prodotto è originale, casomai potrebbe avere etichetta diversa dal loro format in quanto le adeguiamo per il mercato italiano, confidiamo che anche King Crest smentisca questa grande bufala che danneggia la nostra immagine. Naturalmente abbiamo anche bollette doganali e fatture del corriere che ha consegnato.

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

Ultima modifica il Giovedì, 28 Marzo 2019 13:52