Venerdì, 05 Aprile 2019 17:19

Regno Unito: Il 29% dei medici e farmacisti consigliano le sigarette elettroniche

Scritto da Fausto Zocco
Credits: Skyvape.it Credits: Skyvape.it Skyvape.it

Commissionato da PMI il sondaggio condotto tra i medici e i farmacisti britannici non lascia margine di errore. Il 29% degli operatori sanitari consiglia la sigaretta elettronica.

Il sondaggio commissionato da Philip Morris International è stato condotto da Research Now Group chiedendo a 500 medici generici e farmacisti è di esprimere i loro livelli di conoscenza delle sigarette elettroniche, il loro atteggiamento nei confronti del prodotto e se lo consigliano o raccomandano come un'alternativa al fumo.

Sebbene la posizione dell'NHS e della PHE (Public Health England) sia quella di una "completa approvazione" come strumento a rischio ridotto il sondaggio ha mostrato come il 99% dei professionisti sanitari aveva una "elevata consapevolezza" delle sigarette elettroniche e dei minori danni che provocano alla salute ma il 7% non era al corrente della posizione nei confronti dei dispositivi da parte dei due enti inglesi che hanno più volte ammesso che le sigarette elettroniche sono al 95% più sicure rispetto alle sigarette convenzionali.

Quasi l'uno su cinque (19%) degli intervistati ha dichiarato di considerare le sigarette elettroniche "molto dannose", con un enorme 34% di medici generici e il 25% di farmacisti che ritengono che la sola nicotina possa, in un qual modo, "contribuire allo sviluppo di malattie legate al fumo. "

Come sottolineano gli autori dello studio, questi atteggiamenti sono in conflitto diretto con le linee guida NHS e PHE che suggeriscono che più professionisti del settore sanitario dovrebbero raccomandare l'uso delle sigarette elettroniche ai fumatori che cercano di smettere; forse lo fanno già.

Parlando della revisione delle prove del 2018 di PHE sulla sicurezza delle sigarette elettroniche, il professor John Newton, direttore di reparto presso PHE, ha dichiarato:

"La nostra nuova revisione rafforza la scoperta che lo svapo è una parte del rischio di fumare, almeno il 95% in meno dannoso e comunque di rischio trascurabile per gli astanti. Tuttavia oltre la metà dei fumatori crede falsamente che lo svapo sia dannoso quanto il fumo o semplicemente non lo conoscono."

"Sarebbe tragico se migliaia di fumatori che potrebbero smettere con l'aiuto di una sigaretta elettronica vengano rimandati a causa di false paure sulla loro sicurezza".

Ciononostante, il 13% dei medici generici e il 19% dei farmacisti hanno dichiarato nel sondaggio che "non consiglierebbero" ai pazienti di provare una sigaretta elettronica.

Questi atteggiamenti sembrano aver influenzato i metodi scelti dalla gente per smettere di fumare poiché, secondo PHE, la proporzione dei tentativi di smettere usando una sigaretta elettronica era molto bassa, appena il 4,1%.

In un aggiornamento, di quest'anno, sulle prove che le sigarette elettroniche siano meno dannose PHE ha detto:

"I fumatori dovrebbero essere avvisati di smettere di fumare il più presto possibile ed esplorare tutte le opzioni disponibili per il supporto, incluse le sigarette elettroniche".

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

Ultima modifica il Venerdì, 05 Aprile 2019 17:23