Martedì, 09 Aprile 2019 09:58

Usa: Proposta di legge per aumentare l'età minima per l'acquisto delle sigarette elettroniche

Scritto da G. Marangon
in foto: Robert Aderholt in foto: Robert Aderholt Skyvape.it

Nelle ultime ore si fa strada una nuova proposta di legge mirata ancora una volta a disincentivare l’utilizzo della sigaretta elettronica tra i giovani americani.

Nelle ultime ore il Repubblicano “Robert Aderholt” ha fatto un annuncio molto importante inerente ad una nuova proposta di legge mirata ancora una volta a disincentivare l’utilizzo della sigaretta elettronica tra i giovani americani.

All’interno del comunicato stampa rilasciato da Aderholt si evince la volontà di aumentare l’età minima per l’acquisto dei prodotti da 18 a 21 anni, questa mossa servirebbe proprio a porre un freno al fenomeno dello svapo tra i più giovani, i quali, proprio come riportano i dati pubblicati dalla Food and Drug Administration (FDA) sono in continuo aumento.

"Nel 1984, il Congresso ha alzato l'età minima nazionale per il consumo di alcolici a 21 anni dopo aver realizzato la quantità di pericoli per gli adolescenti che ne fanno uso in maniera sconsiderata o addirittura abituale. Fumare è altrettanto pericoloso per la salute proprio come bere, e risulta esserlo ancora di più per i giovani che troppo spesso si lasciano impressionare da alcuni prodotti ", ha detto Aderholt nel comunicato stampa rilasciato nelle ultime ore.

Tale proposta risulta essere volta non solo ad aumentare l’età minima per l’acquisto e il consumo di prodotti inerenti al mondo della sigaretta elettronica e altri prodotti contenenti nicotina, ma anche una mossa per permettere alla FDA di avere maggiori poteri per effettuare controlli mirati sull’età effettiva dei soggetti.

Qualora la proposta di legge venga firmata dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sarà compito di “Ned Sharpless”, il prossimo commissario della FDA, procedere all’attuazione di questo nuovo divieto e delle relative norme sul mercato americano.

In un recente articolo vi abbiamo sottolineato come alcuni stati in America stiano già cercando di disincentivare l’utilizzo della sigaretta elettronica tra i giovani applicando delle tasse davvero molto alte, le quali però stando ai dati raccolti nel corso degli anni non sono servite a nulla visto che il numero di utilizzatori di prodotti per lo svapo è aumentato invece che diminuito.

In merito alla nuova proposta di legge si è espresso “Tony Abboud”, direttore esecutivo della Vapor Technology Association:

"Non abbiamo motivo di credere che negare ai fumatori adulti di 18, 19 o 20 anni l'accesso a queste alternative che possono effettivamente cambiare la vita di un individuo oltre che ovviamente lo stato di salute possano ridurre ulteriormente il consumo di sigarette o nello specifico di nicotina tra i più giovani.”

Inoltre dobbiamo ricordare che proprio dai dati riportati dalla FDA si evince che l’86% dei giovani di età compresa tra i 14 e i 17 anni riescono ad entrare in possesso di prodotti contenenti nicotina grazie all’ “aiuto” di persone maggiorenni, quali amici, famigliari o altri quindi anche se l’età minima venisse alzata a 21 anni non sarebbe garantita una effettiva protezione ai minori visto che successivamente all’acquisto non esiste un vero e proprio controllo sul prodotto non appena questo è uscito dal negozio che lo vende.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

Ultima modifica il Martedì, 09 Aprile 2019 09:57