Martedì, 23 Aprile 2019 10:05

India: Il Governo potrebbe dare una “seconda possibilità” alla sigaretta elettronica

Scritto da G. Marangon
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

Seconda possibilità per le sigarette elettroniche in India grazie all’avvocato “Mushtaq Ahmed Shah” che ha presentato una petizione per consentirne l'uso e la vendita.

Come sappiamo, attualmente la sigaretta elettronica è completamente bandita in India dallo scorso 12 marzo, data in cui la “Central DrugRegulator” ha vietato espressamente qualsiasi importazione o esportazione di prodotti a rischio ridotto.

La HeartCare Foundation of India ha scritto una lunga lettera al Primo ministro Indiano per promuovere ed incoraggiare le sigarette elettroniche e nonostante il divieto assoluto, l’avvocato “Mushtaq Ahmed Shah” si è schierato a favore del settore della sigaretta elettronica presentando una petizione per chiedere alle autorità di consentire l'uso e la vendita dei sistemi sopracitati o, qualora fosse il caso, almeno di regolarli.

Ha chiesto inoltre l'istituzione di un comitato per condurre ricerche e analisi appropriate sulle sigarette elettroniche e quindi di formulare regolamenti per l'uso e la vendita.

L’avvocato ha inoltre rilasciato alcune interessanti dichiarazioni all’interno delle quali afferma che la dipendenza da nicotina e sigarette tradizionali potrebbe essere facilmente combattuta se si desse la possibilità alla popolazione indiana di utilizzare prodotti a rischio ridotto e soprattutto efficaci nella lotta al tabagismo.

“L’obbiettivo comune è quello della lotta contro la dipendenza da nicotina e il primo passo nella direzione giusta può essere senza ombra di dubbio la possibilità di utilizzo delle sigarette elettroniche.”

Stando a quanto riportato, ora il Governo indiano avrà due settimane di tempo per fornire una risposta in merito a quanto richiesto dal legale e, qualora decidesse di non concedere una seconda possibilità ai dispositivi a rischio ridotto dovrà ovviamente motivarne la scelta.

Ricordiamo infine che ad oggi ben 12 stati indiani hanno bandito definitivamente dal paese la sigaretta elettronica perché ritenuta dannosa per la salute.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

Ultima modifica il Martedì, 23 Aprile 2019 10:05