Martedì, 30 Aprile 2019 13:47

Usa: In California un altro caso di esplosione di una batteria per sigaretta elettronica

Scritto da Fausto Zocco
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

E' sempre bene stare attenti e lo diremo sempre che le batterie, qualsiasi esse siano e in qualsiasi dispositivo si trovino, possano recare danni.

La disinformazione è sempre dietro l'angolo nell'ambito delle sigarette elettroniche e a far da padrone negli scandali legati alle presunte esplosioni dei dispositivi c'è sempre una batteria non funzionante o che non sia stata usata adeguatamente.

Ad oggi il caso, riportato su molteplici quotidiani statunitensi, è quello di un muratore californiano che ha dovuto subire ben due operazioni di innesto di pelle dopo che la batteria della sua sigarette elettronica è esplosa in tasca in mese scorso causando ustioni di terzo grado.

Jason Clar, di 42 anni, è la vittima, questa volta, designata del malfunzionamento di una batteria che - parlando all'ABC7 - ha raccontato l'accaduto:

"Il danno ormai è stato fatto e mancava tutta la pelle sul retro della gamba. Così sono andato all'ospedale di emergenza il più rapidamente possibile ".

E questo è solo uno dei tanti incidenti simili legati alle betterie per sigarette elettroniche; a febbraio, un uomo di 24 anni di Fort Worth, in Texas, è morto a causa semple di un esplosione, l'anno scorso, a maggio, Tallmadge D'Elia, 38 anni, residente in Florida, è stato ucciso dall'esplosione della sua sigaretta elettronica.

Un rapporto del luglio 2017 della US Fire Administration, una divisione della Federal Emergency Management Agency, ha concluso che:

"le sigarette elettroniche che utilizzano batterie agli ioni di litio rappresentano un nuovo e unico rischio per i consumatori".

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

Ultima modifica il Martedì, 30 Aprile 2019 13:49