Martedì, 07 Maggio 2019 08:57

Usa: Le norme sulle sigarette elettroniche portano i giovani sulla via del tabagismo

Scritto da G. Marangon
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

Le norme restrittive sulla vendita delle sigarette elettroniche porta i giovani al tabagismo e all'uso di sostanze stupefacenti.

Quale fine potrebbero fare i giovani che si vedono preclusa la possibilità di acquistare e utilizzare le sigarette elettroniche? Secondo un recente studio potrebbero intraprendere la via del tabagismo o peggio quella delle sostanze stupefacenti.

Lo dichiara “Lindsay Stroud” che afferma la pericolosità delle leggi contro le sigarette elettroniche sostenendo che già in precedenza si è visto il danno arrecato dalle leggi contro l’utilizzo di sostante oppiacee con prescrizione medica, le quali hanno portato ad una vera e propria esplosione di utilizzo di sostanze stupefacenti come l’eroina e la cocaina.

Nella contea di Lancaster in Nebraska - evidenzia la Stroud - addirittura il divieto di vendita di prodotti inerenti alla sigaretta elettronica ha portato ad un calo dal 21,2% al 5,3% delle vendite. Una grande vittoria per i politici, se non fosse che tale calo ha conseguentemente visto un innalzamento di oltre il 47% delle vendite di tabacco per gli adolescenti.

Sebbene la regolamentazione della vendita dei prodotti a base di nicotina e quindi anche i liquidi per sigaretta elettronica abbia necessità di una legislazione specifica, non dobbiamo trascurare i segnali che arrivano dagli Stati Uniti, paese in cui la FDA sta ostacolando il settore, scelta legata all’utilizzo di tali prodotti tra i giovani. Peccato che le violazioni che vengono riportate fanno riferimento quasi nella totalità a vendite di sigari o sigarette ai minori e non di sigarette elettroniche o liquidi con nicotina.

Ovviamente tutti gli esponenti, politici ma anche delle associazioni per la sigaretta elettronica concordano sul fatto che un giovane non fumatore non ha alcun bisogno o necessità di utilizzare la sigaretta elettronica. Nel caso in cui però uno di questi si ritrovi preclusa l’unica alternativa valida al tabagismo (attraverso la legge tobacco 21 ad esempio), sicuramente propenderà per la continuazione dell’utilizzo di tabacco e quindi esporrà la propria salute con il passare del tempo a sempre più rischi legati alle sostanze presenti nei sigari o sigarette tradizionali.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

Ultima modifica il Martedì, 07 Maggio 2019 08:57