Lunedì, 13 Maggio 2019 11:15

Philip Morris blocca la sua campagna pubblicitaria sui social media

Scritto da G. Marangon
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

Philip Morris blocca la pubblicità di iQOS per una problematica inerente all'influencer russa “Alina Tapilina”.

Di recente vi abbiamo parlato in un nostro articolo dedicato dell’approvazione espressa dall’ente americano FDA (Food and Drug Administration) inerente alla vendita dei prodotti  iQOS marchiati Philip Morris. Quest’oggi l’azienda leader nel settore del tabacco torna sotto la luce dei riflettori a causa di una importante azione a livello mediatico.

Recentemente infatti, secondo quanto riporta Euronews -  il produttore di sigarette è stato protagonista di una importante campagna pubblicitaria sui social media americani, nella quale però gli "standard di marketing" imposti  vietano la promozione di prodotti del tabacco tramite l’utilizzo di celebrità orientate ai giovani o "modelli che hanno o sembrano avere meno di 25 anni".

La problematica però risulta essere inerente all’età di una influencer russa in particolare, tale “Alina Tapilina”, la quale però ha 21 anni (come scritto sul suo profilo Instagram) e non quindi i 25 necessaria per sopperire alla politica interna dell’azienda.

"Abbiamo preso la decisione di sospendere la promozione dei nostri prodotti a rischio ridotto a livello globale", ha detto la società a Reuters."Nessuna legge è stata infranta visto che la politica interna dell’azienda non è di fatto una vera e propria legge. Tuttavia, stabiliamo standard elevati per questi fatti e non ci scusiamo per non aver rispettato tali standard in questo caso."

Molto interessante anche la decisione della FDA di non rilasciare alcun commento in merito alla scelta effettuata da Philip Morris, sarà per il fatto che poco dopo aver dichiarato legale il prodotto iQOS quest’ultimo si trova già in una bufera mediatica?

delle premesse così sovversive non sappiamo come possa porsi il nuovo Ministro nei confronti del settore, non ci resta quindi che attendere qualche nuovo comunicato ufficiale.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

           

Ultima modifica il Lunedì, 13 Maggio 2019 11:17