Lunedì, 13 Maggio 2019 12:55

Sigarette elettroniche: In Italia un milione di utilizzatori

Scritto da G. Marangon
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

Secondo un comunicato stampa di Imperial Brands in Italia ci sono circa un milione di utilizzatori di sigarette elettroniche.

Che sia un prodotto che possa portare svariati benefici nella vita di un fumatore abituale lo stiamo constatando grazie a molteplici studi effettuati nel corso degli anni, e che oggi più che mai sostengono la sigaretta elettronica come una alternativa salutare alle sigarette tradizionali. Ma quanti sono effettivamente gli utenti in Italia che la utilizzano?

Per rispondere a tale domanda ci viene in aiuto un importante comunicato effettuato dalla Imperial Brands, altra multinazionale del tabacco, la quale è presente nel nostro paese con il nome di “Imperial Tobacco Italia”. Stando ai dati comunicati inerenti al primo semestre fiscale i ricavi sono aumentati del 2,5% anche grazie alla crescita dei cosiddetti NGP (New Generation Products, sui quali si è investito molto); questi hanno fatto segnare dei ricavi davvero da capogiro, arrivando ad una percentuale del 245%  e con una diffusione distribuita in Europa, Nordamerica e Giappone.

All’interno di alcune recenti dichiarazioni Imperial Brands ha definito l’Italia come l’epicentro della rivoluzione nell’ambito del mercato del tabacco, inoltre è stata scelta come un mercato che deve avere la priorità rispetto ad altri sui prodotti attuali (e quelli futuri) di MyBlu.

Da nostre ricerche di mercato emerge che il numero utenti utilizzatori della sigaretta elettronica italiani ha raggiunto quota 2% nel 2019, che corrisponde circa ad un milione di adulti sparsi sul territorio nazionale.Inoltre, ulteriori ricerche hanno constatato che il 20% dei fumatori stanno prendendo in considerazione l’ipotesi di passare alla sigaretta elettronica.

Già dal 2015 come sappiamo molteplici studi hanno affermato che la sigaretta elettronica risulta essere un prodotto meno pericoloso di quella tradizionale, inoltre costituisce un’ottima alternativa per tutti i soggetti che vogliono smettere di fumare.

Di certo questi numeri sono senza dubbio molto incoraggianti per il settore, soprattutto in Italia dove nel corso degli anni ne abbiamo davvero viste di tutte i tipi, dalle tasse, alla TPD ai divieti. Insomma, sembrerebbe davvero che questo 2019 potrebbe essere l’anno della svolta, ma non vogliamo dirlo troppo forte.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

Ultima modifica il Lunedì, 13 Maggio 2019 12:58